page contents

Saetta non ce l’ha fatta, è stato investito sul cavalcavia della Paullese

La mobilitazione dei volontari e di numerosi cittadini di Pantigliate non è servita a salvare il giovane cagnolino dal triste epilogo

Il corpo di Saetta

Il corpo di Saetta

Pantigliate (Mi), 20 Giugno 2018 - Lo avevano chiamato Saetta, quel giovane veloce e allegro meticcio che da qualche settimana era stato visto aggirarsi furtivamente nella zona industriale di Via De Gasperi a Pantigliate. Un cagnolino vispo con un bel musetto, con lo sguardo furbetto e un po’ malinconico, era sfuggente, non si faceva avvicinare. In molti si sono mobilitati per tentare di salvarlo, tutti erano convinti che la vicinanza della Paullese da li a poco sarebbe stata la sua condanna a morte. Un tam tam fra gli amici degli animali del territorio aveva scatenato una gara di solidarietà per accalappiarlo. Ci hanno provato con il cibo ma lui era diffidente della presenza dell’uomo, poi un gruppo di volontari giunti dal nord di Milano ha provato ad installare una gabbia trappola, con il cibo a fare da esca, ma lui ha dimostrato ancora una volta di essere scaltro; infatti ripreso dalla telecamera notturna della gabbietta ha camminato furtivamente ai lati della trappola ed è riuscito a mangiare la pappa senza far scattare il meccanismo. In ultimo, lunedì 18 in un estremo tentativo, è stata usata come esca anche la copertina di una cagnetta in calore, ma senza risultati. Saetta non ci cascava, quel cagnolino abbandonato aveva perso la fiducia negli uomini, il suo migliore amico lo aveva tradito. Così nella mattinata di oggi è stato investito sul cavalcavia della Paullese che passa sopra la Sp 139 Cerca da un automobile che neanche si è fermata a soccorrerlo, due volontarie verso le ore 10,30 lo hanno raccolto senza vita sulla strada, sfidando il traffico e con le lacrime agli occhi, provvederanno alle sue esequie. Saetta continuerà a correre veloce sul ponte arcobaleno, e li troverà a chi donare quell’affetto, che gli uomini in terra non hanno voluto.
Giulio Carnevale