Sterilizzare cane e gatto: una necessità, non una crudeltà. Ecco i vantaggi!

Quando si parla di sterilizzazione, spesso ci si scontra contro un muro fatto di pregiudizi e luoghi comuni quali: “Così si va contro natura” oppure “gli impediamo di diventare madre”… niente di più sbagliato, dal momento che - se vogliamo fare le cose in maniera naturale - il cane o il gatto dovrebbero essere liberi di accoppiarsi quando vogliono, non quando lo decidiamo noi, perché per cani e gatti far nascere cuccioli è una questione ormonale finalizzata al proseguimento della specie. Quali sono dunque i vantaggi della sterilizzazione di cani e gatti, sia maschi che femmine?

Per il cane:
- Prevenzione del randagismo: i proprietari che non fanno sterilizzare i propri cani possono ritrovarsi con cucciolate impreviste.
- Prevenzione di tumori nella femmina: è scientificamente dimostrato che, se si sterilizza la femmina prima del primo calore o al massimo fra il 1° e il 2°, si prevengono i tumori mammari che nel 50% dei casi sono maligni.
- Prevenzione patologie uterine: molte cagne non sterilizzate, prima o poi vanno incontro allo sviluppo di una piometra, un’infezione purulenta dell’utero che richiede un intervento chirurgico immediato. Perché dobbiamo sterilizzarla d’urgenza (magari anziana), quando la si poteva sterilizzare da cucciola in condizioni di sicurezza maggiori?
- La gravidanza immaginaria: spesso vanno incontro a gravidanze immaginarie. Ripetute gravidanze con produzione di latte stimolano la mammella e con il tempo possono insogere tumori.
- Prevenzione tumori testicolari e patologie prostatiche: molti cani invecchiando sviluppano patologie quali prostatiti, ascessi prostatici, tumori prostatici. Anche in questo caso, se sterilizzato da giovane gli evitiamo questi problemi.
- Evitiamo accoppiamenti indesiderati: se la vostra cagnolina è in calore e sfugge alla vostra attenzione…
Per il gatto:
- È possibile quasi sempre evitare la marcatura del territorio da parte del maschio sterilizzandolo a 6 mesi, prevenendo questo comportamento.
- Evitiamo gli atteggiamenti da calore: miagolii disperati, gatte che diventano sempre più nervose perché non possono accoppiarsi.
- Evitiamo la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili: FIV (sindrome da immunodeficienza felina), FeLV (leucemia felina), FIP (peritonite infettiva). Sono malattie non curabili e talvolta mortali.
- Evitiamo gli esiti delle lotte per l’accoppiamento, in cui i gatti possono graffiarsi e ferirsi seriamente.
- Evitiamo i tumori mammari: stesso discorso che per la cagnolina, con l’aggravante che qui la malignità dei tumori è più elevata e spesso si hanno forme tali che possono rendere impossibile la chirurgia.
- Evitiamo le infezioni dell’utero: anche la gatta può andare incontro ad una piometra con i rischi d’intervento.
- Evitiamo il randagismo: perché uccidere le cucciolate o abbandonarle nelle colonie ripulendosi così la coscienza?
Se poi consideriamo la questione economica, è vero che una sterilizzazione - in particolare quella per la femmina - ha un costo, ma una serie malattie comportano costi decisamente maggiori e ripetuti nel tempo rispetto ad un’unica spesa prevista per la sterilizzazione. Se vogliamo bene al nostro amico sterilizziamolo per tempo, vivrà meglio, più sereno, in salute e (abbattiamo un ultimo pregiudizio!)?non cambierà assolutamente il suo carattere.
Dog Angels Onlus
 info@dogangels.org
www.dogangels.org
Twitter: twitter.com/DogAngelsOnlus 
Facebook: www.facebook.com/DogAngels