Trezzano sul Naviglio, sabato porte aperte del bene confiscato alla 'ndrangheta

La delegazione dell' associazione Libera, sabato riconsegnerà alla Cittadinanza l'edificio confiscato, e a seguire apericena a offerta libera, il cui ricavato sarà devoluto all'associazione

I campisti di E!state liberi!

I campisti di E!state liberi!

Trezzano sul naviglio, Sabato 25 luglio alle ore 18.00 il bene confiscato di Via Pitagora 4/a verrà restituito alla Cittadinanza, nelle mani del Sindaco Fabio Bottero. Ad effettuare la consegna, sarà una delegazione degli 87 Campisti di E!State Liberi!, dell’associazione Libera, che per oltre cento ore si sono adoperati volontariamente per risistemarlo. Sabato sarà anche l'occasione per i ragazzi di descrivere, con il supporto di immagini,le attività svolte all’interno della costruzione legata ad associazioni mafiose. La villetta a due piani in questione, venne confiscata nel 2008 ad Antonio Ausilio, pregiudicato affiliato alla 'ndrangheta dedito al narcotraffico, estorsioni e riciclaggio e arrestato nell'operazione "Metallica", con l'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. Sabato, in occasione delle porte aperte del bene confiscato, è previsto un apericena con i Prodotti di Libera Terra, ad offerta libera, preparato dai volontari dei campi di E!State Liberi! ed il cui ricavato andrà a finanziare l'acquisto dei materiali utili ai lavori in altri beni confiscati.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi a: Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie Coordinamento Regione Lombardia, tel. 334 91 48 456, lombardia@libera.it .