“Charity in the World”, la Onlus arriva in Sardegna per aiutare la ricerca

Dopo aver regalato a San Valentino pranzo e amore agli anziani di Seveso, ora l’associazione parteciperà alla marcia in Sardegna del 20 marzo che finanzia la ricerca sulla talassemia

Quando lo sport unisce nell’aiutare il prossimo: la marcia in Sardegna finanzierà la ricerca

Dall’Africa all’Italia, il campo d’azione di “Charity in the world” lascia davvero a bocca aperta. L’associazione che vede come presidente il runner peschierese Raffaele Brattoli, fa dello sport l’elemento catalizzatore in grado di radunare moltissime persone per aiutare il prossimo. Il 13 febbraio ad esempio, si è svolta a Peschiera Borromeo la “marcia allegra in maschera”, organizzata proprio da “Charity in the world”, il cui ricavato ha permesso di far vivere agli ospiti del centro di accoglienza “Fratel Ettore” di Seveso, una giornata speciale. Il centro ospita soprattutto anziani che vivono nelle solitudine e che non sono in grado di mantenersi, così, la onlus ha utilizzato i fondi per regalare a queste persone nel giorno di San Valentino un pranzo da festa, cucinato da Alberto Tagliabue (cuoco e membro di Charity). Non è stato servito solo buon cibo, ma soprattutto tanto affetto: «Una signora molto anziana – racconta Raffaele Brattoli – ci ha spiegato che nel centro si trova bene, perché le danno da mangiare, le danno dei vestiti, ma ciò che manca è l’affetto, l’amore dall'esterno, per questo ci ha ringraziato. Sapere di averli resi felici con così poco, da un lato dà molta soddisfazione, dall’altro resta l’amaro in bocca, forse le associazioni dovrebbero operare di più in questi posti. Speriamo di poter replicare molto presto!». Ora l’associazione parteciperà alla manifestazione “Aiò curri cun nosu”, in veste anche di patrocinante e organizzatore, una marcia che si svolgerà in Sardegna dal 20 al 27 marzo. La strada ripercorre il cammino della misericordia di Santu Jacu (San Giacomo), con partenza da Noragugume e arrivo a Cagliari. A un simile appuntamento non poteva mancare Raffaele Brattoli, che correrà accanto a un altro membro della Onlus, Tullio Frau, grande runner e fisioterapista non vedente. I ricavati saranno consegnati all’Ospedale di Cagliari, per finanziare la ricerca sulla talassemia, una malattia ereditaria del sangue caratterizzata da una minore quantità di emoglobina e di globuli rossi rispetto al normale, e che purtroppo colpisce molti sardi all’anno. «Charity in the World è anche questo», e grazie all’operato anche degli altri membri non nominati finora ( Ivana Vitale, Giorgio Luciano, Gianfranco Tartaglino e Paolo Barghini ), continuerà a correre, in tutti i sensi, in ogni angolo del mondo e d’Italia, per portare un aiuto a chi soffre e a chi è più sfortunato di noi, lasciandosi dietro solo sorrisi.

Per aiutarci ad aiutare:
Charity In The World Onlus
cwonlus@gmail.com
Cell. 348.7118152
Per la tua donazione:
IBAN IT70 C010 0501 6160
0000 0002 153
Per devolvere il tuo 5x1000
CF 97725660159