Dote Scuola, studenti di istituti statali: a Peschiera uno sportello per richiedere l'integrazione

Alle famiglie che lo scorso anno scolastico hanno richiesto il contributo per figli iscritti a scuole statali spettano da 340 a 670 euro in più. Un aiuto concreto ai cittadini da parte dello sportello istituito per tutte le domeniche di novembre da Rifondazione Comunista e un buon segnale di uguaglianza e giustizia sociale da parte del TAR che ha riconosciuto l'iniquità di trattamento tra studenti di scuole pubbliche e di scuole private.

Dote Scuola

Dote Scuola Anno 2013/2014

Buone notizie per gli studenti della scuola statale che hanno ricevuto la “Dote Scuola” durante lo scorso anno: a Milano, il Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia - in merito alla richiesta di ottemperare da parte di Regione Lombardia alla sua sentenza n.1645/2014 che riteneva ingiustificabile la disparità di trattamento nell’erogazione del “sostegno al reddito” tra studenti delle scuole statali e studenti delle scuole private - ha riconosciuto che effettivamente vi è stato un trattamento iniquo tra studenti di istituti statali e di istituti paritari, che hanno percepito contributi maggiori. Per farla breve, studenti di scuole statali che hanno ricevuto la “Dote Scuola” potevano, anzi dovevano, ricevere di più. E ora hanno pieno di diritto di fare richiesta della differenza.
Promotori della class action (ricorso collettivo) a favore dei giovani studenti e delle loro famiglie sono stati l’associazione “Nonunodimeno” e il sindacato CGIL, con il supporto di altre associazioni e di Rifondazione Comunista. In base a quanto riconosciuto al paragrafo 4.4 delle sentenza del TAR n.859 del 28 gennaio 2014 già esecutiva, i genitori con figli iscritti alla scuola primaria o secondaria (sia di I che di II grado) statale che hanno ottenuto il contributo per il "sostegno al reddito" per l'anno scolastico 2013/2014 hanno diritto ad un'integrazione dello stesso contributo, per allinearlo a quanto percepito dagli studenti delle scuole private paritarie. Circa 2.500 famiglie hanno già presentato istanza di risarcimento, che può andare da 340 a ben 670 euro, a seconda della fascia di reddito ISEE. Una differenza davvero notevole.
A Peschiera Borromeo, per tutte le domeniche di novembre (dalle ore 10 alle 12), Rifondazione Comunista mette a disposizione presso la sede di via S. Caterina 6 uno sportello gratuito per aiutare tutte le famiglie nel compilare i moduli.
Occorre presentare un’istanza per ogni figlio che ha ricevuto la Dote Scuola e bisogna portare con sé tutta la documentazione presentata per la Dote Scuola e l’ISEE. «Partecipare è importante – si legge nel comunicato stampa del circolo di Rifondazione “Luciano Previato” di Peschiera Borromeo, San Donato Milanese e Paullo – sia per riavere quello che spetta ad ogni famiglia sia per mettere fine ad un sistema ingiusto: la Regione finanzia generosamente con i soldi di tutti le scuole private, mentre taglia sempre di più il diritto allo studio per chi frequenta la scuola pubblica».
Per ulteriori informazioni, scrivere a prcsudestmilano@gmail.com.
Francesca Tedeschi