A Segrate visite guidate all'Oratorio del Santissimo Crocefisso di Lavanderie

Appuntamento Sabato 23 e domenica 24 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio

L'affresco custodito all'interno dell'Oratorio

L'affresco custodito all'interno dell'Oratorio

In programma anche laboratori artistici per i bambini a cura di Easymamma

Segrate aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio. Una novità per la città che metterà in mostra sabato 23 e domenica 24 settembre un gioiello storico-artistico: l’Oratorio del Santissimo Crocifisso di Lavanderie. Dedicato a San Giovanni Battista, come ricordano gli atti delle visite Pastorali dal 1571 fino al Settecento, esso custodisce affreschi del 1400 recentemente restaurati. Si inizia sabato alle ore 11, con la visita guidata gratuita curata dalla Pro Loco al Museo di Cascina Ovi in via Olgia (un percorso che racconta la storia cittadina) e a seguire quella all’Oratorio del Santissimo Crocefisso. Domenica 24 riapre le porte per una nuova visita guidata il Museo di Cascina Ovi, mentre alle 17 è in programma il concerto di chitarra classica del Duo “Pace/Tencati Corino” con ingresso libero. Al termine del concerto ci sarà la possibilità di visitare l’Oratorio del Santissimo Crocefisso. Nei due giorni organizzati in collaborazione con la Pro Loco di Segrate e con l’Associazione Easymamma, sono previsti anche laboratori per i più piccoli. Sabato 23 alle ore 10 e alle 11.30 è in programma “Giocare è una cosa seria - Munari Lab” (per bimbi di 4-5 e 6-8 anni): laboratorio ispirato al Metodo Munari, tenuto da Francesca Maggioni, per sperimentare tecniche artistiche, grafiche e manuali e giocare con tutti i sensi (Iscrizione 13 euro con merenda, prenotazioni: info@easymamma.it). Domenica 24 alle ore 16 si terrà invece “Benvenuto Autunno” (per bambini dai 4 ai 7 anni): Silvia Poletti de “Il nido delle Nuvole” mostrerà come decorare le nostre stanze e case con le foglie dei colori tipici di questo periodo (Iscrizione 13 euro con merenda, prenotazioni: info@easymamma.it). «Un’occasione importante per ammirare da vicino ciò che di antico è rimasto a Segrate, e per conoscere la nostra storia locale grazie alla collaborazione con associazioni e cittadini - commenta l’assessore alla Cultura, Gianluca Poldi -. Da non perdere poi i laboratori dell’attivissima associazione Easymamma».
Redazione Web