Niente stipendio dalla primavera, alla Monder scatta la protesta.

Protestano i  42 dipendenti della Monder di Peschiera Borromeo, contro il mancato pagamento degli stipendi di giugno, luglio e agosto e della quattordicesima (liquidata solo a 5 persone: a tre integralmente e a due in parte) e il mancato rispetto dell'accordo integrativo aziendale, che prevede risorse aggiuntive in busta paga mai versate. Vivono da 4 mesi nella più totale incertezza lavorativa. Secondo i Sindacati Cgil, Cisl, Uil e Rsu fin dal mese di Maggio alcuni dipendenti, non hanno ricevuto lo stipendio altri lo hanno ricevuto in parte, parliamo di operai e impiegati con alle spalle famiglie da mantenere e mutui da pagare. Le dichiarazioni degli scioperanti sono chiare:  “Nel mese di Giugno la maggior parte dei lavoratori non ha ricevuto nessuno stipendio.”  Il presidio organizzato il 16 Settembre davanti allo stabilimento di via Di Vittorio in concomitanza con uno sciopero di otto ore,  ha visto la partecipazione di tutti gli stipendiati di quella, che una volta era considerata una azienda modello, basti pensare che la produzione di tortellini sfiora le  7mila tonnellate di tortellini all'anno. Più o meno lo stesso quantitativo di Barilla. La protesta si è levata contro l’Amministratore Delegato Fabio Luca  Franzosi, che secondo i lavoratori della Monder, in un incontro con il lavoratori a fine Luglio aveva dato ampie rassicurazioni che in qualche settimana l’azienda avrebbe fatto fronte agli Stipendi non pagati.  "L'azienda si giustifica dicendo che non ha liquidità - spiega Alessandro Marchesetti, segretario della Fai Cisl di Milano -, il comportamento della Monder è incomprensibile, durante la riunione di Luglio abbiamo chiesto all’Amministratore Delegato,  se fosse il caso di intervenire con gli ammortizzatori sociali visto che l’azienda non è più in grado di pagare i salari ai lavoratori. Ci hanno risposto che non era necessario perché l’azienda andava bene. Invece ora – continua Marchesetti – abbiamo saputo che tutta la produzione di questi mesi è ferma in magazzino stoccata perché neanche i commerciali inviano più gli ordini a causa del mancato pagamento delle provvigioni. “
Angioletta La Monica della Cgil interviene sull’argomento: “Pare che numerosi fornitori non procedano alla consegna delle materie prime per la cospicua situazione debitoria in essere.”
Non è la prima volta che i lavoratori della Monder si scontrano con la dirigenza. La cronaca registra parecchie cause intentate per l’articolo 28, comportamento antisindacale, lavoratori reintegrai sul posto di lavoro dal pretore a cui non si è mai permesso di rientrare in azienda,  e parecchie liti furibonde fra la dirigenza e i dipendenti. Alle 18 del 16 settembre 2009, tutti i dipendenti dell’azienda si sono ritrovati alla camera del lavoro per firmare il decreto ingiuntivo contro l’azienda per ottenere i salari arretrati.
Conclude Davide Ciseri della Uil: “Noi chiediamo il pagamento degli stipendi arretrati, il rispetto dell'accordo aziendale e il rilancio dell'attività produttiva". Di tutt’altro avviso è  invece l’Amministratore Delegato Fabio Luca  Franzosi : "Il ritardo nell'accredito degli stipendi ha riguardato una sola mensilità - afferma l'amministratore delegato Fabio Luca Franzosi -. In realtà il personale protesta contro un piano di ristrutturazione, inevitabile, che è già stato annunciato e scatterà nei prossimi quindici giorni.  (La cessione in out-sourcing del reparto di confezionamento comporterà la perdita di dieci posti di lavoro.) E' una scelta obbligata - si giustifica Franzosi -. In un momento di stagnazione dei consumi dobbiamo abbattere i costi fissi e arrivare a un modello di gestione più elastico, competitivo".  Il Sindaco di Peschiera Borromeo Antonio Falletta, in una nota stampa, ha espresso  solidarietà ai lavoratori della Monder e ha dato la sua piena disponibilità a ricevere una delegazione dei lavoratori.”


Giulio Carnevale