Un cittadino risponde a Bussolati sul trasporto pubblico: «Sono stufo di assistere a questa guerra tra bande»

Di seguito le considerazione del lettore di 7giorni sui recenti articoli relativi al Trasporto Pubblico pubblicati in questi giorni

Ho appena letto i due articoli pubblicati online dal vostro giornale, il primo riguarda le dichiarazioni del segretario metropolitano del PD Pietro Bussolati, il secondo parla del paventato aumento del costo dei biglietti ATM a ben 2 € comunicato dal sindaco Sala.
Entrambi addossano le responsabilità dei mancati investimenti sul TPL al presidente Maroni, mancanza di elargizione di fondi alle appena nate agenzie di controllo della gestione suddivisa per aree del TPL, urbano ed extraurbano, addossandogli la colpa dei tagli intervenuti e mi riferisco in particolare alla cancellazione dei bus sulle linee afferenti il sud-est, paullese e d'intorni nei giorni festivi.
Certo non si può sottacere che delle sviste, errori o superficialità nelle scelte degli investimenti fatti dalla Regione in merito alla costruzione di strade e autostrade nell'ambito della Lombardia ce ne sono stati e basta vedere il fallimento della Pedemontana, autostrada che doveva risolvere l'intasamento delle tangenziali milanesi insieme alla TEEM, ciò è sotto gli occhi di tutti, da questo però a scaricare tutte le colpe alle scelte sbagliate fatte dall'attuale amministrazione Regionale non giustifica le altrettanto scelte sbagliate fatte dal Comune di Milano.
Vogliamo parlare della costruenda M4? Certo hanno ereditato anche quella, ma è possibile mai che in ben due amministrazioni di centro sinistra non si sia riusciti a far fare quelle modifiche di tracciato che la rendessero più fruibile all'utenza come prevedere una interconnessione più diretta con la M3? E come la mettiamo con l'ipotesi di prolungamento verso il progetto di ennesimo mega centro commerciale previsto nell'area dell'ex scalo ferroviario di Segrate? Evidentemente le esigenze di portare i portafogli dei cittadini allo svuotamento nel centro commerciale è più importante del prolungamento, magari, verso i comuni attualmente sprovvisti di un mezzo di trasporto su ferro, vedasi Peschiera, Pantigliate, Paullo. Che coincidenza curiosa, tutti iniziano con la lettera “P” come pi..a,  ci siamo capiti, la parola esplicita il sentimento dei cittadini dei suddetti comuni che si sentono considerati in tal modo, proprio dei “P”, da quella classe politica che decide come e dove deve arrivare una metropolitana o quando e come dovranno circolare i bus.
Vede Sig. Bussolati, ci vogliono grandi competenze per progettare una ennesima metropolitana che nasce e finisce nell'ambito urbano della città, utile certo a portare agevolmente i milanesi in aeroporto, peccato che non sarà molto utile a tutti quei viaggiatori, turisti, stranieri e lombardi, che da Linate avrebbero voluto raggiungere più agevolmente la stazione Centrale per proseguire il viaggio verso altre destinazioni, magari anche solo raggiungere il capolinea di San Donato della M3 e prendere un bus per i suddetti comuni con la P maiuscola, sempre che non sia un giorno festivo, in tal caso prende una bella bici messa lì apposta a disposizione dal suo collega/amico o compagno Granelli, e via a pedalare lungo la bellissima e comodissima ciclabile della paullese, opera sicuramente più utile e indispensabile del prolungamento della metropolitana.
Invece i competenti e solerti amministratori di Milano e della città Metropolitana, mostro giuridico creato dalla loro entità superiore Renzi, invece di occuparsi anche dei disagi che le loro decisioni creano a tutti quei milioni di cittadini che per lavoro, bisogno e necessità gravitano sul centro urbano capoluogo, ma, visto che non sono i loro elettori principali, se ne infischiano, lasciandoli nel disagio e con l'aggravio di un costante e inesorabile aumento dei costi.
Proposta, perchè non trovare i fondi necessari per la costruzione e il prolungamento delle metropolitane necessarie al decongestionamento della città facendo pagare a tutti i residenti il parcheggio in strada? I non residenti lo pagano già, anche se non hanno alternativa all'auto, ma un residente può anche fare a meno dell'auto, egli ha a sua disposizione una estesa ed efficiente rete di trasporto urbano, noialtri invece un ridotto, insufficiente e scomodo trasporto su bus extraurbano, così si eviterebbe anche l'aumento del prezzo del biglietto, anzi, potrebbero anche farcelo pagare di meno, visto che in occasione del passaggio tra lira ed euro a Milano il biglietto passò da mille lire a un euro, con un aumento pari quasi al 100%, non vi è bastato?
Giustamente, come il competente Bussolati può confermare, se il mezzo di trasporto pubblico è comodo, frequente ma, anzitutto, conveniente all'utenza, esso è sicuramente più utilizzato, aumentando così anche gli introiti per l'azienda. Per quanto sopra, lei pensa che Giorgio Gori potrebbe fare veramente meglio di Maroni, peccato che voi politici siete affetti tutti dallo stesso male, l'interesse personale o al massimo quello del partito/movimento, non avete alcun interesse a fare investimenti a lungo termine ma solo ed esclusivamente a breve termine per poter incassare i benefit.
Per quanto mi riguarda, chiunque si candidi al governo della Regione deve mettere nero su bianco quali sono i progetti da avviare, spero senza ulteriori vaneggiamenti di ecoutopia insulsa, inserendo nel programma una massiccia e oramai indifferibile cura del ferro per risolvere sul serio il problema della mobilità e circolazione di persone e merci, senza ulteriori salassi per i pendolari e tenendo conto che non si può permettere che un'amministrazione come quella di Milano venga assalita da rigurgiti egocentristi, sempre rivolti al mantenimento e conservazione del proprio tesoro elettorale.
Infine, sarebbe ora che questi personaggi assurti alla guida dei vari enti, Regione, città metropolitana e Comune, qualunque sia il loro colore politico, filosofia o religione, la smettessero di Non Fare una cosa utile ai cittadini perchè non porta nelle loro tasche un congruo nr. di voti.
Io, come penso molti altri cittadini, sono stufo di assistere a questa guerra tra bande che fa solo vittime innocenti, noi cittadini semplici e normali limoni da spremere, sopportando le vostre angherie, falsi moralismi, stolte utopie, basta! E' giunto il momento che vi mettiate al lavoro nel nostro esclusivo interesse, anche perchè siete nostri dipendenti, lo stipendio ve lo paghiamo noi, cercate di meritarvelo.

Paullo, 01/01/2018
                                                                            Lettera Firmata

P.S.
Ci tengo a precisare che non sono un fan dei 5 stelle.


Iscriviti alla Newsletter settimanale di 7giorni, riceverai  le ultime notizie e il link dell'edizione cartacea in distribuzione direttamente nella tua casella di posta elettronica. Potrai così scaricare gratuitamente il file in formato PDF consultabile su ogni dispositivo.

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017