page contents

#Milano2016, vota cinque volte in un ora alle primarie del centrosinistra |Video|

Una inviata del sito Fanpage testimonia come sia facile effettuare brogli; soloal seggi di Lorenteggio la funzionaria alle urne ha vietato il voto

Il regolamento ai seggi non viene applicato

Una inviata di Fanpage.it domenica 7 febbraio si è recata ai seggi allestiti dai partiti  del centrosinistra per testare quanto fossero efficienti i controlli antibroglio. Ebbene il video pubblicato mostra chiaramente come in cinque casi su sei, in meno di un’ora l’inviata ha potuto votare – ovviamente lasciando scheda bianca – nonostante il fatto che non fosse residente nella zona assegnata al seggio, consultabile sul sito delle primarie. Solo in un caso si è sentita che non essendo residente in quell'area non poteva votare, esattamente come previsto dal regolamento. Un regolamento che ovviamente vieta categoricamente di votare più di una volta e di votare fuori dal proprio seggio di residenza, ma disatteso nell’83% dei casi. «Il meccanismo per votare – recita il servizio -  alle primarie è molto semplice: si va sul sito, si inserisce il proprio indirizzo di residenza e si controlla in quale seggio bisogna recarsi per votare. Qui gli scrutatori controllano in un apposito elenco fornito dal Comune la corrispondenza del nominativo con la residenza e il seggio. E come recita il regolamento i votanti devono "TASSATIVAMENTE" esibire al seggio un documento che indichi chiaramente l’indirizzo di residenza». Ma nei fatti basta dichiarare a voce di risiedere in una via limitrofe a quella del seggio per essere ammessi alla votazione, pur non risultando in elenco.

Il Video servizio di Fanpage.it