page contents

Buone notizie per i golosi: a Pasqua, via libera (o quasi) al cioccolato!


Il nome scientifico della pianta del cacao è Theobroma cacao, della famiglia delle Sterculiacee, che si coltiva prevalentemente in Sud America. Il caratteristico aroma è dovuto principalmente al suo elevato contenuto di polifenoli, che si trovano nei semi della pianta: si tratta di un gruppo di flavonoidi la cui concentrazione è molto alta nella polvere di cacao, seguita dal cioccolato fondente e da quello al latte. Una tavoletta di cioccolato del peso di 40 grammi possiede lo stesso contenuto di polifenoli di un bicchiere di vino rosso.
Ma perché i polifenoli sono così importanti per la nostra salute? Essi possiedono proprietà antiossidanti, in grado di ridurre l’invecchiamento cellulare, avendo anche effetto dermoprotettivo: difendono la pelle dai raggi UV, prevenendo la comparsa dei fastidiosi eritemi solari.
Consumare alimenti ricchi di polifenoli (primi fra tutti frutta e verdura) ha dimostrato contrastare l’insorgenza di malattie croniche: proteggono dall’ossidazione anche il colesterolo LDL (quello “cattivo”), principale causa dell’aterosclerosi, riducendo, così, il rischio cardiovascolare. Inoltre, i polifenoli inibiscono l’aggregazione delle piastrine, coinvolte nella formazione di trombi, e bloccano l’azione delle cellule infiammatorie, i globuli bianchi, favorendo il mantenimento di un tono vascolare ottimale. Quest’ultima qualità del cacao lo vede indicato anche per le malattie che coinvolgono l’attivazione del sistema immunitario, tra cui eczema e artrite.
Una curiosa proprietà dei polifenoli riguarda il loro effetto positivo contro la carie dentaria: essi inattivano un enzima responsabile della produzione di polisaccaridi, che costituiscono l’agente legante della placca dentaria. Non dimentichiamo, poi, che il cacao racchiude elevate quantità di zuccheri, grassi e sali minerali quali ferro, rame, magnesio, oltre al calcio contenuto nella varietà di cioccolato al latte. È, inoltre, ricco di serotonina (coinvolta nella regolazione del sonno, dell’umore, della sessualità e dell’appetito), di teobromina e di caffeina, stimolanti del sistema nervoso centrale. Ultima componente, la tiramina, utilizzata nella preparazione di farmaci antidepressivi.
Un alimento dalle eccelse qualità, il cacao può fare parte tranquillamente, con moderazione, della buona tavola.