Come disintossicarsi dopo le feste natalizie: una dieta adeguata e tante tisane depurative per il fegato

Le feste natalizie ci lasciano appagati dal punto di vista del palato ma decisamente più appesantiti e gonfi. La strategia migliore per disintossicarsi consiste nel seguire qualche giorno dopo un regime dietetico (per massimo 3 giorni) prettamente proteico in quanto le proteine costringono l’organismo a lavorare di più per smaltire e quindi velocizzano il metabolismo.

Cominciate la giornata con un bicchiere di acqua calda nel quale spremere mezzo limone, da assumere appena svegli a digiuno per eliminare le tossine e favorire la digestione e le funzioni intestinali. Per la colazione preferite il tè verde, con proprietà drenanti e depurative, senza zucchero, usate il miele in alternativa. I pasti della giornata saranno a base di verdure, zuppe, pesce e carne bianca, pollo, tacchino o coniglio. Fate attenzione al tipo di cottura e ai condimenti: bollite le verdure o cuocetele al vapore, evitate di condire con troppo olio e sale e preferite il limone e le spezie come condimento. A metà mattina e a metà pomeriggio bevete centrifugati di frutta e verdura o frullati con frutta e acqua o tisane. Mangiate anche 4-5 mandorle al giorno, sono una preziosa fonte di grassi monoinsaturi e polinsaturi per combattere il colesterolo cattivo. Non dimentichiamoci dell’importanza dell’acqua: quelle migliori per la digestione sono le acque minerali di tipo bicarbonato solfato. Questi due sali, il bicarbonato e il solfato, stimolano il fegato e il pancreas e favoriscono l'azione degli enzimi digestivi, riducendo l'acidità dello stomaco e dell’intestino. L'acqua ha un'importante funzione regolatrice a livello intestinale: a contatto con essa le fibre tendono a gonfiarsi, stimolando le contrazioni intestinali e favorendo il transito.
Per sgonfiare l’addome e regolarizzare la funzionalità dell’intestino consiglio anche di assumere quotidianamente tutto l’anno, e a maggior ragione dopo periodi di festa e di strappi alla regola, alimenti probiotici capaci di riequilibrare la microflora intestinale. Suggerisco di leggere bene sopra la confezione e di acquistare quelli che riportano la dicitura “contiene Lactobacillus casei Shirota”. Ricordiamoci che il nostro intestino è come un secondo cervello, se questo funziona male tutto si ripercuote negativamente sull’intero organismo e sul nostro umore (diventiamo ad esempio più nervosi e irascibili). L’organo che maggiormente risente dell’eccesso di grassi e zuccheri offerti da panettoni e pandori è il fegato. Per depurarlo vi suggerisco una tisana da preparare comodamente a casa propria a base di piante officinali ad azione carminativa, capaci cioè di favorire l’espulsione di gas dallo stomaco e dall’intestino e a base di piante con proprietà coleretiche, in grado di favorire la produzione della bile e il suo deflusso verso l’intestino migliorando quindi la digestione. Gli ingredienti di questa tisana depurativa per il fegato sono i seguenti:
Cumino (frutti): 10 g
Curcuma (radice): 20 g
Tarassaco (erba): 30 g
Cardo mariano (semi): 20 g
Menta (foglie): 20 g
Preparazione: versare 250 ml di acqua bollente su un cucchiaio da minestra di preparato, portare a raffreddamento e filtrare. Assumere da una a tre tazze di tisana per il fegato al giorno.
Dott.ssa Sara Cordara
Biologa nutrizionista – specialista in scienza dell’alimentazione

E-mail:  sara.cordara@gmail.com
Su facebook: il blog nutrizionista di Sara Cordara