Sentirsi bene con se stessi è facile con la “Dress therapy” e qualche segreto di bellezza

La nuova tendenza in fatto di kg e bellezza, seguita anche dalle celebrities, vede gli abiti regalare sicurezza a chi li indossa; come esprime il nome stesso sto parlando della Dress Therapy ovvero gli abiti come terapia per sentirsi più belle, sentirsi bene con se stesse e a proprio agio nelle relazioni. È indubbio che sull’argomento "immagine del corpo", negli ultimi anni siamo stati bombardati da messaggi pubblicitari che purtroppo hanno influito negativamente sulle personalità di molti adolescenti, in particolare di sesso femminile, creando eserciti di adulti insicuri.

Sarebbe bello se la maggior parte di noi accettasse il proprio corpo e lo amasse così com'è, cercando un vestito che si adatti alla sua fisicità e non il contrario. Con questo non intendo incentivare il sovrappeso, ma chiarire che ognuno ha una corporatura dalla quale non si può sottrarre: se è robusta con ossatura importante non potrà assomigliare ad una filiforme e il tentativo risulterà goffo! Una donna un po’ in carne ma che segue uno stile di vita sano e una dieta equilibrata, può valorizzare il suo aspetto con l’outfit giusto, scelto su misura per lei. Invito quindi a non voler assomigliare a tutti i costi alla star del momento ma a cercare il bello che c’è in noi, iniziando a prenderci cura di noi stessi dall’interno. Prima di ricorrere al botulino per attenuare una ruga chiediamoci se il nostro stile di vita sia sano, se la nostra dieta sia salutare, se ci muoviamo abbastanza, se fumo, alcol e stress sono nostri cari amici. Il segreto per far sbocciare la nostra bellezza è molto semplice: uno stile di vita sano che preservi benessere e grazia, rallentando il processo di invecchiamento. Innanzitutto il riposo è fondamentale, allontanare tensioni e stress per avere un buon sonno notturno mantiene i sistemi di detossificazione attivi. Inoltre è ormai assodato che la qualità del sonno abbia conseguenze anche sul sistema immunitario e sulla produzione di antiossidanti (sostanze in grado di contrastare l’invecchiamento). Un altro espediente consiste nel curare l’alimentazione quotidiana iniziando dalla masticazione: all’inizio dei miei piani nutrizionali riporto sempre la frase: «Si consiglia di assumere i pasti masticando lentamente, seduti, tagliando a piccoli pezzi la carne ecc, evitando di fare altro (guardare la tv/parlare al telefono/leggere), concedersi un momento dedicato esclusivamente al pasto». Mangiare con calma infatti aiuta la digestione e la produzione di enzimi che - ricordo - inizia sempre dalla bocca, all’atto della masticazione. Inoltre, variando spesso la dieta si evitano carenze e si assicura l’apporto vitaminico-minerale corretto. Infine, ma non meno importante, l’attività fisica: è indispensabile per il nostro benessere in quanto riduce i livelli di stress, il rischio cardiovascolare e favorisce la tonicità muscolare che con il passare degli anni tende a diminuire. Mi scuso se mi sono rivolta principalmente ad un pubblico femminile, ma il tema credo lo richiedesse. Naturalmente, anche il genere maschile è incluso nelle riflessioni principali!

Dott.ssa Elettra Martelli
(Biologa Nutrizionista),
infomartelli@alice.it
elettramartelli.blogspot.it