Acquisto della prima casa: Regione Lombardia mette a disposizione fondi per abbassare la rata del mutuo

La riduzione sarà del 2% sugli interessi per i primi 5 anni

Contributo regionale

Contributo regionale per l'acquisto della prima casa

Regione Lombardia, in collaborazione con ABI Lombardia e Finlombarda S.p.a. mette a disposizione dei cittadini un contributo regionale per abbattere fino a 2 punti percentuali il tasso di interesse del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. L’agevolazione si rivolge alle giovani coppie (sposate tra il 1 giugno 2012 ed il 30 giugno 2015 e con meno di 40 anni alla data del matrimonio), le gestanti sole, i genitori soli con figli minori a carico e i nuclei familiari con almeno tre figli. 
I requisiti fondamentali per accedere al contributo prevedono che gli interessati non posseggano già una casa in Lombardia e che abbiano un reddito complessivo ISEE compreso tra i 9.000 e i 40.000 euro. 
L’abitazione da acquistare dovrà invece  essere acquistata tra il 1 giugno 2012 e il 30 giugno 2015,
poter usufruire delle agevolazioni fiscali per l'abitazione principale,ed avere un prezzo di acquisto non superiore a 280.000 euro.
Il mutuo dovrà essere  intestato a uno o più componenti del nucleo familiare, essere stipulato entro il 30 giugno 2015 con una delle banche/intermediari finanziari convenzionati con Finlombarda S.p.a., avere durata non inferiore a 20 anni ed un importo non inferiore al 50% del valore della casa.  
La domanda deve essere presentata presso uno degli sportelli bancari convenzionati con Finlombarda S.p.a. a decorrere dal 16 giugno 2014 e fino al 4 settembre 2015. L’erogazione avverrà fino ad esaurimento delle risorse disponibili. 
Per ulteriori informazioni e chiarimenti: casa@pec.regione.lombardia.it 
Redazione Web