Un immobile confiscato alla mafia diventa una casa per l'accoglienza e l'inserimento sociale

Un Comune di Settala gremito, quello che ha accolto la cerimonia di inaugurazione della casa confiscata alla mafia di via Puccini 18. Oltre 150 i presenti all’evento – tenutosi nella mattinata di sabato 2 febbraio – che hanno affollato la Sala Consiliare per assistere alla presentazione dell’immobile sequestrato alla ‘ndrangheta, ora trasformato in un centro per l’accoglienza e l’inserimento sociale di minori e adulti in situazioni di disagio: ex detenuti, disabili, persone uscite da comunità di recupero, rifugiati. Leggi »

Posti d blocco a Caleppio

I carabinieri di San Donato avevano messo a punto l'operazione Flash con cui nell'autunno 2011 avevano sgominato il racket della prostituzione nel sud est Milano. Ora la soglia dell'attenzione resta vigile. Leggi »

Uniti per Settala scende in piazza e dice basta alle manovre finanziarie del Governo

Uniti per Settala scende in piazza e urla “Adesso Basta”. Ieri, durante la festa del paese, tra il classico spettacolo dei burattini e l’ormai tradizionale dimostrazione del volo dei falchi, la lista civica Uniti per Settala ha colto l’occasione per distribuire ai cittadini un volantino nel quale è stato scritto a chiare lettere che «gli Enti Locali non sono colpevoli dello stato di crisi del Paese», ma sono i tagli dei trasferimenti statali a mettere in ginocchio i Comuni. Leggi »