Giovanni XXIII, un grande Uomo, un grande Papa: in maggio a Peschiera una grande mostra itinerante per ricordane la figura

Dalle Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno, dalla Cornabusa alla ‘Madunina’ la mostra fotografica itinerante dedicata al Beato PAPA GIOVANNI XXIII è sbarcata al Circolo della stampa di Milano a fine novembre 2013. La tappa successiva è fissata per Bergamo al Chiostro di Santa Marta a marzo 2014, poi a Roma (Città del Vaticano) in aprile e infine a maggio a Peschiera Borromeo (MI) presso il Lago Borromeo. Successivamente l’esposizione farà tappa all’estero su richiesta degli emigrati italiani (Svizzera, Francia, Germania, Sudafrica e Usa).

A pochi giorni dall’annuncio della santificazione viene celebrata la figura del Beato Papa Giovanni XXIII con una mostra artistica e fotografica. La rassegna proporrà due percorsi costruiti attraverso immagini d’epoca e disegni. Si tratta di un doppio itinerario: del cuore e della fede, pensato per far risplendere il ricordo di un Uomo che ha lasciato un segno indelebile nella storia della Chiesa e dell’umanità.
Nel primo percorso: ”Angelo Giuseppe Roncalli tra la gente della valle Imagna”, il Papa della bontà è seguito dalla sguardo poetico di Dante Frosio, fotografo e personaggio storico valdimagnino. Un reportage di foto in bianco e nero (fornite da Stefano e Damiano Frosio) che riporta alla memoria il viaggio compiuto dal cardinale Angelo Roncalli, allora patriarca di Venezia, tra le genti della valle Imagna avvenuto nell’ estate del 1958 pochi mesi prima della sua elezione al Soglio Pontificio. Il Papa è immortalato durante la visita al Santuario della Madonna della Cornabusa, cui era molto devoto. Nel secondo percorso, i momenti salienti del suo Pontificato sono ritratti dai disegni dell’artista Angelo Capelli. Si tratta di 30 opere che raccontano il carattere e la grande umanità di Giovanni XXIII, colto nel semplice atto di benedire i fedeli o in un’occasione solenne come l’apertura del Concilio Vaticano II da lui indetto nel 1962 a soli novant'anni dal Concilio I fra lo stupore dei suoi consiglieri e vincendo la resistenza della curia conservatrice. Gianfranco Polli e gli organizzatori della mostraI bei disegni dell’artista bergamasco ripercorrono, inquadrando gli sguardi e le pose del Papa, la sua umanità. La mostra proporrà anche una medaglia commemorativa “in mortem” di Papa Giovanni realizzata da Alessandro Verdi e coniata in bronzo e argento da Luigi Oldani che ritrae il Papa sul letto di morte. Al suo capezzale compaiono, oltre ai carcerati e ai bambini, tre figure simboliche che richiamano lo spirito ecumenico del Papa, rappresentato dalle figure di ebrei, musulmani e agnostici. La mostra si è già svolta a Sant’Omobono Terme dal 13 luglio all’8 settembre 2013, nei luoghi di origine della famiglia Roncalli, che alla fine del 1400 emigrò dalla contrada di Corna Imagna a Sotto il Monte, dove il 25 novembre 1881 nacque Angelo Giuseppe, (ordinato sacerdote il 10 agosto 1904, deceduto il 3 giugno 1963 e beatificato il 3 settembre 2000) il futuro Papa Giovanni XXIII, il Papa della bontà! L'iniziativa è promossa dall’ associazione Lago Borromeo, patrocinata dalla Regione Lombardia, dalle Province di Milano e Bergamo, Comunità Montana, Centro Studi e Vicariato valle Imagna, Comuni di Milano, Bergamo, Sant’Omobono Terme e Peschiera Borromeo, CONI - comitato provinciale Bergamo, Ente Bergamaschi nel mondo, Circolo della Stampa di Milano, Eco di Bergamo, La Gazzetta della Puglia con il contributo dell' Associazione Isot e della Banca Popolare di Bergamo. La solenne cerimonia di santificazione unitamente al Beato Papa Giovanni Paolo II avverrà il 28 aprile 2014 in Piazza San Pietro a Roma.

Gianfranco Polli
Info: 347.7672224 / 333.5358892
gianfrancopolli@virgilio.it
www.lagoborromeo.it 

Papa Giovanni

Moneta

Moneta 2

A sinistra Gianfranco Polli