Arriva l’estate: meglio il mare o la montagna?

Il colonnello e meteorologo Mario Giuliacci spiega ai lettori di 7giorni i pro e i contro delle vacanze al mare o in montagna.

Per cominciare la montagna è sicuramente la meta ideale di chi non sopporta proprio il caldo: salendo con la quota difatti l’aria diviene via via più fresca e l’umidità, e di conseguenza l’afa, meno presente. Tra l’altro in montagna si può respirare un’aria sicuramente più pura e pulita. Le sostanze che inquinano e sporcano l’atmosfera infatti vengono rilasciate quasi esclusivamente in prossimità del suolo e quindi, man mano che si sale di quota, allontanandosi dalle sorgenti dell’inquinamento, diminuisce anche la presenza di pulviscolo e sostanze nocive: così già a un’altitudine di 1500 metri il numero di particelle inquinanti è circa 70 volte inferiore a quello che ristagna nelle grandi città! Al di sopra dei 1500 metri, a causa della minore presenza di vegetazione, diventa trascurabile anche la presenza dei pollini. Ecco perché l’aria di montagna, pura e priva di pollini, rappresenta un vero toccasana soprattutto per chi soffre d’asma.
Però attenzione, anche il clima di montagna ha le sue insidie: qui difatti i raggi del sole bruciano più che al mare o in città, perché devono attraversare uno strato d’aria meno denso, e quindi a una quota di 1800 metri i raggi solari “scottano” quasi il triplo che in città! Ma anche i temporali che talvolta si formano all’improvviso durante le calde giornate estive sono assai più frequenti in montagna che in pianura o lungo le coste: in particolare sulle Alpi, a causa di rivoli di aria fresca atlantica che di tanto in tanto riescono a intrufolarsi in queste regioni, il brontolio dei temporali si fa sentire mediamente in 15-20 giorni per ogni estate. Insomma non partite per la montagna senza un giacchino impermeabile!
Se quella di montagna è l’aria più salubre, quella di mare può comunque vantare numerose virtù terapeutiche. Gli spruzzi di acqua marina infatti immettono nell’ambiente grandi quantità di sali contenenti iodio, cloruro di sodio, manganese e fluoro, tutte sostanze che possono svolgere un’efficace ruolo rivitalizzante per l’organismo. Insomma, anche l’aria di mare fa bene, ma purtroppo non a tutti: lo iodio ad esempio, grazie alla sua capacità di stimolare le funzioni organiche, ha effetti benefici sui soggetti che soffrono di ipotiroidismo, ma può essere nocivo per chi soffre di insonnia o stati d’ansia.
E benché tutte le coste italiane durante l’estate possono godere di un clima caratterizzato soprattutto da sole e caldo, è anche vero che ogni spiaggia ha le sue particolari caratteristiche. Se non avete paura del caldo intenso le coste del Basso Tirreno e delle Isole Maggiori sono la vostra meta ideale, mentre quelle della Liguria e della Versilia, grazie alla gradevole e costante ventilazione, sono il posto giusto per chi non vuol soffrire il caldo afoso.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.meteogiuliacci.it

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017