“L’insegnamento di Teresa, patrimonio per tutti”

Fin dalla sua origine, l’Ong di Gino Strada e della moglie, da poco scomparsa, Teresa Sarti, si è distinta per il valore e le virtù dimostrate, dando prova d’imparzialità nei confronti delle parti coinvolte nelle controversie.
“Dicendo che Teresa è e sarà insostituibile ma che comunque Emergency continuerà la propria attività come e più di prima, non diciamo una contraddizione”, dichiara Simonetta Gola, addetta stampa dell’associazione. “Perché Teresa proprio questo ha lasciato in tutti noi: la determinazione e la passione del fare ciascuno il suo pezzetto, del rimboccarsi le maniche, perché da questo semplice gesto il sogno smette di essere tale per diventare realtà”.
Ed è proprio per dare un seguito a questa visione che Emergency, assieme agli altri propositi, continuerà la sua campagna volta a garantire a tutte le persone ugual diritto a ricevere cure gratuite e qualificate attraverso l’edificazione e la gestione di ospedali nelle zone più disastrate della terra. Per far ciò, il gruppo di volontari, superiore alle 4.000 unità, opera assiduamente su tutto il territorio italiano, mostrando le piaghe che affliggono il XXI secolo e le relative iniziative attivate per estinguerle. Propositi portati avanti, per quel che riguarda il Sud Est Milano, dalla quindicina di operatori di San Giuliano Milanese.
In servizio da almeno di una decina d’anni, il gruppo, oltre a partecipare ai consueti incontri e manifestazioni, in cui si prova a sensibilizzare ed informare i componenti delle piccole comunità, è riuscito, almeno fino all’anno scorso, a coinvolgere il Comune di San Giuliano Milanese nelle proprie iniziative. Sono infatti alcuni anni che l’Amministrazione comunale partecipa economicamente alla fornitura di lettini di terapia intensiva per l’ospedale di Khartoum in Sudan.
Inoltre, il coordinatore del gruppo, Stefano Carnello, per avvicinarsi nel miglior modo possibile ai giovani, ha sviluppato una serie di incontri ed interventi nel liceo di San Donato, supportato altresì dall’aiuto di alcuni insegnanti.
Per ulteriori informazioni sul gruppo di San Giuliano, è possibile scrivere all’email emrgencysgm@hotmail.com o consultare il sito internet www.emergency.it.

Maurizio Zanoni