Un inaspettato boom di iscrizioni al Corso di cucina multiculturale

uest’anno, però, le iscrizioni sono già chiuse: erano previsti 20 posti, ma le richieste sono state ben 30. Paola Moretti, una delle responsabili dell’associazione “Sotto lo stesso cielo” e appartenente al centro Islamico di Segrate, ci conferma che il grado di adesione è stato inaspettato. Gli organizzatori hanno quindi previsto un secondo round del corso a settembre, così da permettere agli esclusi di partecipare alle lezioni di cucina.
Le lezioni hanno uno stampo di svolgimento fisso: la cuoca (lunedì 14 era di origine marocchina) porta all’incontro un piatto tipico già pronto. Infatti, non è possibile cucinare insieme al centro islamico perché non c’è una cucina professionale. Dopo avere mostrato il piatto, la cuoca ne descrive la preparazione e fornisce ai partecipanti la ricetta. Alla fine dell’incontro è prevista una degustazione del piatto. Al termine del corso viene dato a tutti i partecipanti un ricettario per poter ripetere l’esecuzione dei piatti, visti a lezione, a casa.
Un’ultima curiosità: le iscritte al corso sono tutte donne, perlopiù italiane e una di origine sudamericana.
Per informazioni, e-mail: sottolostessocielo@live.it