«Una linea di bus elettrici dedicata "BRT" sarebbe solo un dispendio di denaro pubblico»

Una lettrice commenta le intenzioni dell'assessore alla mobilità di Milano in merito al trasporto pubblico sulla Paullese

«Speriamo che le istituzioni abbiano l'intelligenza e l'onestà di fare la scelta giusta»

In merito all'articolo di 7giorni "Metropolitana fino a Paullo: si può fare, ma con autobus elettrici" una lettrice commenta: «Solo un dispendio di denaro pubblico. Una linea di bus elettrici dedicata "BRT" (Bus Rapid Transit) può sembrare una bella soluzione solo a chi non usa i trasporti pubblici. La prima regola infatti per un trasporto pubblico efficiente é eliminare i punti di interruzione per quanto possibile ovvero fare in modo che la gente non debba scendere e cambiare mezzo più di una volta ! La BRT tra Paullo e San Donato invece obbligherebbe le persone ad effettuare un cambio di mezzo aggiuntivo rispetto a quello che verosimilmente giá devono effettuare. Molte persone infatti devono giá comunque cambiare il mezzo almeno una volta perché la metro gialla non porta ovunque ed é necessario cambiare linea della metro una o due volte a Milano. É chiaro che la BRT non risolverà nulla. La gente continuerà a prendere la macchina, la Paullese resterà intasata e i soldi della BRT saranno serviti solo ad arricchire gli interessati a quest'opera! Che tristezza. Non occorrono costosi studi di fattibilità per capirlo! Basta il buon senso. La soluzione al traffico sulla Paullese é e sarà sempre la metro! Altrimenti perché mai in tutto il resto dell'interland milanese si sta prolungando la metro invece di usare la BRT??! Dalle altre parti sono forse tutti matti? E per favore che non si venga a dire che il bacino di possibile utenza della metro 3 é troppo limitato. Questa é una bella scusa scovata dopo che non si poteva più giustificare il blocco dell'opera per mancanza di fondi, in quanto per le altre metro i fondi ci sono, eccome! Inoltre, volendo parlare di possibile bacino di utenza se questo é veramente il punto critico allora prima di bocciare l'opera si sarebbe dovuto verificare il possibile bacino d'utenza attuale , non quello calcolato anni fa e soprattutto é da tenere in considerazione anche quello in divenire alla data in cui l'opera sarebbe compiuta, che sarebbe quindi molto più ampio. Per compiere una prospettazione completa infine si deve tenere in considerazione che il fatto di portare la metro in nuove località attirerebbe presso queste ultime un maggior numero di nuovi cittadini proprio per la presenza della metro (che rimane l'unico vero mezzo di trasporto affidabile per i pendolari) e quindi il bacino d'utenza sarebbe destinato naturalmente ad aumentare. Speriamo che le istituzioni e le persone che le compongono abbiano l'intelligenza e l'onestà di fare la scelta giusta».
I.D.

1 commenti

epicuro :
Benvenuta nel club, un'altro lettore era arrivato alle sue stesse considerazioni http://www.7giorni.info/editoriali/dal-territorio/bus-elettrico-allungamento-metropolitana-e-viabilita-sulla-sp-415-paullese-la-questione-e-piu-complicata-di-quel-che-sembra.html ma non si faccia illusioni, a quei mangiapaneatradimento dei politicastri nostrani non gliene frega nulla delle vostre teorie, a loro interessa ben altro e non è di sicuro il benessere dei cittadini. | mercoledì 04 aprile 2018 12:00 Rispondi

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017