page contents

Peschiera, Falletta attacca Bruschi e va ai ferri corti con Forza Italia, Dapei «Una provocazione inaccettabile»

L’offensiva di Falletta smentita dal delegato provinciale di Forza Italia, che conferma la fiducia e la stima a Carla Bruschi e chiede una smentita immediata

La protesta di Forza Italia

La protesta di Forza Italia La manifestazione contro le tasse

Dapei «A Nome di Forza Italia prendiamo le distanze da questo comunicato»

Antonio Falletta e il direttivo della sezione locale di F.I. guidato da Mario Moro, contestano la richiesta di espulsione dello stesso Falletta, annunciata da Carla Bruschi; con un duro comunicato stampa la definiscono una “mantide” assetata di potere. La  nota stampa, a firma congiunta Antonio Falletta e Direttivo Forza Italia Peschiera Borromeo, ribadisce come la richiesta di espulsione dal partito del Consigliere Falletta, avviata dal capogruppo Carla Bruschi sia funzionale solo al desiderio di spaccare il partito per convenienza personale. Falleta e Moro non si affidano dunque alle disposizioni imposte dalla direzione provinciale che nei gironi scorsi nominò l’esponente azzurro Bruno Dapei a dirimere eventuali incomprensioni.  Infatti fra i compiti assegnati a Dapei dal Coordinatore provinciale Squeri c'è proprio quello di portare chiarezza nell'azione politica di Forza Italia, per riacquistare credibilità dopo il duro colpo del mancato sostegno alla mozione di fiducia del Candidato Sindaco di Forza Italia, Antonio Falletta, che ha fatto a insorgere iscritti e i simpatizzanti azzurri. «Bruschi sta cercando di spaccare il partito – si legge nel comunicato azzurro- con atti di forza che nulla hanno a che vedere con la condivisione e il dialogo politico. Nei partiti seri, come nella vita, esistono punti di vista e posizioni diversi, correnti di maggioranza e minoranza. Le espulsioni di chi la pensa diversamente appartengono ad una cultura retrograda, la linea del “pensiero unico” non fa parte del Dna di un partito liberale come Forza Italia. La sete di potere fa brutti scherzi. Come una vera mantide, ha prima attaccato con ferocia Falletta, poi lo ha estromesso dalla carica di capogruppo senza informare il Direttivo locale di Forza Italia. La prossima vittima della sua malsana strategia sarà l’altro consigliere comunale: i trascorsi politici della signora Bruschi insegnano, infatti, che la sua agilità nel cambiare faccia e bandiera – conclude la nota stampa - l’ha sempre vista protagonista di atti di sciacallaggio politico». Dietro a questo comunicato nasce un giallo, infatti da una breve indagine di 7giorni che ha contattato alcuni esponenti del direttivo di Forza Italia, emerge che almeno due dei componenti non ne sapevano niente, non sono stati convocati e non condividono la nota stampa di Falletta inviata anche a nome del Direttivo. Per far luce su tutto questo abbiamo raggiunto al telefono la neo guida azzurra, Bruno Dapei:
«Assurdo che tutto questo  dichiara il delegato provinciale di Forza Italia - succeda all'indomani della mia nomina. A Nome di Forza Italia prendiamo le distanze da questo comunicato chiederò al Consigliere Falletta e eventualmente al Direttivo se mai lo avesse sottoscritto effettivamente, una smentita ufficiale, perché i contenuti non ricalcano la nostra linea politica e il pensiero di Forza Italia. Se tutto questo fosse confermato sarebbe grave, sarebbe una provocazione inaccettabile e verranno presi immediati provvedimenti. Carla Bruschi – conclude Dapei - gode della totale stima del partito che la considera una delle colonne portanti a Peschiera Borromeo».
Bruno Dapei

Bruno Dapei Dirigente di Forza Italia