Antonio Falletta incontra Cesare Cerea

 

 



Cesare Cerea vicesindaco di Peschiera Borromeo

Avete deciso di procedere alla primarie, cos’è una guerra interna o dissenso sulle strategie?

Questa giunta ha assunto le decisioni importanti unitariamente, abbiamo approvato all’unanimità il Piano di Governo del territorio che delinea le scelte del Comune per i prossimi anni.
Per questo mi sembra incomprensibile la posizione di chi si differenzia, presentandosi in alternativa a Tabacchi alle primarie, facendo parte della Giunta. Credo che si rischi di segnare negativamente il lavoro che abbiamo fatto, come spieghiamo che abbiamo governato bene, ma che il Sindaco va cambiato? Così si indebolisce il PD.
Abbiamo tutti il dovere della chiarezza e del senso dell’unità, non basta dichiarare che tanti cittadini ci chiedono di candidarci, questo accade a molti di noi.

E’ solo guerra interna dunque?

La scelta di presentare una candidatura alternativa, è legittima, è prevista dalle regole, semmai ho perplessità sull’uso della pubblicità a pagamento sui giornali fatta dalla Colombo, una scelta che mi sembra manchi di sobrietà e di sensibilità verso i cittadini in questo momento di crisi.
La scelta fatta dalla Colombo rischia di essere controproducente, di indebolire il candidato che ha più possibilità di vincere le prossime elezioni.
Chi è candidato alla carica di Sindaco deve avere esperienza, essere conosciuto e soprattutto parlare a mondi diversi, credo che Tabacchi molto più di altri, e non solo della Colombo, abbia queste caratteristiche.
Invito a riflettere che il Sindaco uscente, tra l’altro, parla al mondo cattolico, cui con analoga credibilità non parlerebbe la candidata alternativa.
Vorrei che si riflettesse sul fatto che di fronte a una non candidatura del sindaco uscente, questo mondo non ci seguirebbe, e ci condanneremmo a perdere le elezioni.

Insomma lei è per Tabacchi senza se e senza ma ?

Io sono perché il PD non si perda e non perda le elezioni, il nostro è stato un lavoro collettivo, Tabacchi lo ha garantito, do peso alla lealtà, ho lavorato con questo Sindaco e credo di doverne difendere l’operato, ma soprattutto credo al progetto del PD.
Se oggi la suggestione, come ho sentito proporre da parte di alcuni, è il richiamo alle appartenenze, dicendo votiamo la candidata che viene dalla storia di sinistra, se si affermasse questa impostazione il PD avrebbe fallito, perché è nato per superare le appartenenze, di conseguenza non sto solo con Tabacchi, ma con lo spirito originario del PD.
Per questo chiedo a molti di venire a sostenere Tabacchi.

 

Perchè il Sindaco non ha ritirato le deleghe alla Colombo ?

In questo vedo correttezza non un limite, ha voluto riaffermare che il nostro è stato un lavoro collettivo, che intende convincere, non forzare la situazione, in questo frangente ha dimostrato stile e misura, che è testimonianza di esperienza e saggezza

Passiamo a temi meno politici, c’è un giudizio negativo da parte dei cittadini sull’efficacia del vostro intervento durante la nevicata, cosa risponde da amministratore?

Coglie un deficit nostro, siamo stati tempestivi negli interventi iniziali, le strade sono state liberate, a differenza di altre situazioni, le scuole le abbiamo tenute aperte, non siamo stati altrettanto efficaci nel periodo successivo, queste attività purtroppo richiedono personale, che un comune come il nostro non ha
Tuttavia dovremo mettere a fuoco, con umiltà ed ascoltando le critiche, ciò che non ha funzionato, prevedendo, per il futuro, un ricorso più massiccio di personale esterno all’amministrazione

Una domanda sul futuro, Peschiera ha circa 23.000 abitanti, ed è in espansione, non crede che la città abbia bisogno, di misura nel crescere?

La vera novità è che noi abbiamo approvato un Piano di Governo del Territorio che prevede la crescita nei prossimi dieci anni di tremila nuovi cittadini, per farmi ben capire, un numero che nella precedente amministrazione è stato realizzato in un solo intervento a San Bovio.
Dentro questo progetto c’è un sistema di servizi diffusi e di qualità ed un ingente previsione di investimenti pubblici, c’è un futuro di tutela dell’ambiente e di qualità dei servizi, peraltro molti di questi nuovi servizi i cittadini di Peschiera li stanno già vedendo.

di Antonio Falletta antonio.falletta@libero.it