Autovelox a Milano: dal 2 agosto attivo il nuovo dispositivo in via Palmanova

Si tratta del primo di 7 nuovi sistemi di rilevamento che verranno installati tra settembre e novembre in strade cittadine considerate a maggior pericolosità

Previsto un sistema di segnalazioni aggiuntive per allertare gli automobilisti

Sarà attivo da mercoledì 2 agosto in via Palmanova il primo dei sette nuovi autovelox che verranno installati sulle strade di Milano dove spesso i limiti di velocità non vengono rispettati, con grande pericolo di incidenti. Il dispositivo di rilevamento della velocità di via Palmanova, strada con limite a 70km/h orari, è posizionato per i veicoli che transitano in direzione centro. Uno era già presente in direzione opposta, verso la periferia. I successivi sei autovelox previsti saranno collocati in modo scaglionato nel periodo compreso fra settembre e novembre. In via Parri (dove il limite di velocità già esistente è di 70km/h) e in via dei Missaglia (limite esistente di 50 km/h) all’autovelox già presente in direzione periferia, si aggiungerà un apparecchio nel senso di marcia opposto. Le località dove, invece, sono previsti nuovi autovelox in entrambe le direzioni sono: viale Fulvio Testi (50 km/h l'attuale limite) e via Virgilio Ferrari, strada con limite a 70 km/h. «L'autovelox è un deterrente efficace contro gli eccessi della velocità su strada e quindi necessario per contenere i pericoli e gli incidenti connessi al superamento dei limiti - dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente -. Il largo rettilineo di via Palmanova, come tutte le strade sulle quali posizioniamo questi strumenti, può indurre in tentazione. Non c'è accanimento contro gli automobilisti, infatti abbiamo deciso di utilizzare molti più strumenti di segnalazione di quanti ne richiede il codice della strada, cartelli, lampeggianti e scritte a terra rendono molto visibili gli impianti». Ad esempio, oltre ai cartelli previsti dal codice della strada, in prossimità della telecamera verranno posizionati ulteriori cartelli di colore giallo/arancio con la scritta "attenzione autovelox", dotati anche di luci lampeggianti. Inoltre, in corrispondenza dei cartelli verticali, sul fondo stradale verrà riportata in grande la scritta "controllo elettronico della velocità”.
Redazione Web