L’inarrestabile Brattoli in udienza da Papa Francesco per i bambini non vedenti |Video|Gallery|

Da La Spezia al Vaticano, 429 Km sulla via Francigena con l’amico cieco Tullio Frau

Raffaele Brattoli con Papa Francesco

Raffaele Brattoli con Papa Francesco

Il 59enne Raffaele Brattoli il runner estremo ha compiuto un'altra impresa. Ha marciato e corso per 429 km in 6 giorni alla invidiabile media di circa 70 km al giorno, insieme al suo amico non vedente Tullio Frau (61 anni). Brattoli era reduce da quattro mesi di stop agonistico, culminato con l’operazione al menisco subita meno di un mese fa. Insieme agli accompagnatori Alessio Bonanini 48 anni e Giampaolo Tonini ipovedente di 42 anni hanno percorso la via Francigena da La Spezia a Roma per raccogliere fondi a favore dei bambini non vedenti di alcuni Paesi disagiati. L’iniziativa “Correre insieme per guardare lontano” è partita ufficialmente da Pordenone il 9 maggio, la corsa dei runners, il 13 maggio ed è terminata il 19 maggio in Vaticano, all’udienza generale di Papa Francesco.  La comitiva comprendeva anche Gianluigi Facca che ha dato assistenza ai corridori in bicicletta, Bruno Brun e Ivana Calderan che col loro camper hanno  risolto i vari problemi di logistica che si creavano man mano che il traguardo si avvicinava. La particolarità di questa corsa benefica è il fatto che durante tutto il tragitto, sono stati coinvolti numerosi gruppi sportivi delle località attraversate, in molti hanno “acquistato i chilometri” da condividere con i corridori, facendo una donazione. Tutti i fondi raccolti saranno destinati all’acquisto di materiale didattico. Le due scuole che ne beneficeranno sono la scuola dei bambini non vedenti dell’isola di Zanzibar e la “Bethany School” a Meghalaya in India, che ospita bambini pluriminorati e normodotati. Entrambe rappresentano due realtà che necessitano di aiuti finanziari, al fine di agevolare l'inclusione nella società di bambini da sempre ai margini della stessa. Finita l’omelia, imperniata sui genitori e i figli, il Papa, come fa sempre si è avvicinato alle prime fila per impartire la benedizione, in quel momento Raffaele Brattoli ha espresso il desiderio di donargli una croce in legno lavorata e realizzata in Etiopia, luogo nel quale, Brattoli si reca spesso per le sue attività di solidarietà. Papa Francesco si è soffermato e ha scambiato due parole con il runner peschierese, accettando di buon grado il regalo: «Davanti al Papa – ci racconta Brattoli- mi sono sentito subito a mio agio, un senso di serenità mi ha pervaso e ha reso le mie parole chiare e profonde. Un uomo che trasmette pace e amore. È di una semplicità incredibile. Ci ha chiesto di pregare per lui».
Per ulteriori informazioni:  visitare la pagina Facebook Correre insieme per guardare lontano, scrivere una mail a tullio.frau@tin.it o chiamare il numero 0039 331 4639204.
Per chi fosse interessato ad effettuare una donazione, le coordinate bancarie per la raccolta fondi sono le seguenti: Banca di Credito Cooperativo Pordenonese; Iban, IT66 T083 5612 5030 0000 0046 456; SWIFT/BIC, ICRAITRR9W0; Causale, donazione correre insieme per guardare lontano.
Giulio Carnevale

Il Video