San Bovio: paura e sgomento sulla 73, alla guida un autista della filovia che non conosceva né strada né il mezzo che guidava

L’Associazione residenti San Bovio scrive all’ATM «I passeggeri pensavano di essere su scherzi a parte»

Linate

Linate Autubus 73

«Nove anni di battaglie ma la situazione trasporti pubblici sta peggiorando» questa in sintesi l’analisi di Pino Carraro, il vulcanico presidente dell’Associazione residenti San Bovio (ARSB), che da sempre è impegnato socialmente sui temi delle frazione.
Nella lettera inviata al Presidente della ATM Bruno Rota, al Ing. Marco Pivi Responsabile U.O. programmazione del servizio ATM Milano, al Sindaco di Peschiera Luca Zambon e all’assessore alla  Mobilità e trasporti di Peschiera Borromeo, Pino Carraro dettaglia gli ultimi incredibili episodi che hanno messo in crisi i pendolari della frazione:
- Martedì 30 settembre 2014
La corsa della 73/ delle 17,44 salta il servizio e finalmente alle 18,06 ne arriva un’altra.
In Corso XXII Marzo, inizio di Viale Corsica, l’autista invita i passeggeri a scendere dalla vettura per l’adesione ad uno sciopero e perché il conducente che lo sostituisce deve rientrare in deposito. ( La mattina era accaduto lo stesso episodio intorno alle 9,00 nel percorso da San Felicino a San Babila )
AI passeggeri, piantati in mezzo alla strada, come capita spesso,non rimane altra soluzione che prendere una delle 73 per Linate e aspettare la 73/ per San Felicino che arriva alle 18,56.
 -Lunedì 6 ottobre 2014
La 73/ delle 18,58 all’altezza di viale Campania, effettua il cambio autista che, ad alta voce si rivolge al suo collega facendo presente di non conoscere tecnicamente quel tipo di vettura, essendo lui un conducente di filovia. Dopo un breve training la vettura riparte e, all’aeroporto di Linate, il conducente si rivolge ai passeggeri chiedendo loro di indicargli la strada e le relative fermate per San Felice/ San Felicino/ San Bovio perché non conosce il percorso. La vettura riparte e centra un palo con danni allo specchio retrovisore. L’autista invita i passeggeri a scendere perché in quelle condizioni non può continuare la corsa. Alcuni passeggeri, increduli, pensano di essere vittime di Scherzi a parte !!!
E, ancora una volta, ai malcapitati utenti del servizio di eccellenza ATM, non rimane altra soluzione che aspettare un’altra vettura e/o telefonare ad un congiunto per farsi prelevare con l’auto.
- Martedì 7 ottobre 2014
La vettura n. 2967 della linea 73/ delle 18,58 parte da San Babila e a Linate si ripete la stessa sceneggiata, con lo stesso autista del giorno prima che chiede ai passeggeri di essere aiutato a effettuare il percorso tortuoso che passa da Novegro per poi arrivare a San Felice, San Felicino e San Bovio.

Questi sono soltanto gli ultimi episodi che testimoniano la qualità del servizio ATM di questa ultima settimana: «Tale situazione – dichiara Pino Carraro nella lettera - è documentata da testimonianze anagrafiche di residenti che, non esiteremo a portare nelle competenti sedi qualora i legali che interpelleremo ci dovessero confermare l’ipotesi di una possibile denuncia per interruzione di servizio o negligenza nella conduzione delle vetture – conclude il Presidente dell’ARSB - con pericolosità per gli stessi passeggeri».
Infine l’ARSB pone tre quesiti al Presidente dell’Atm e al Sindaco di Peschiera Borromeo:
1.    Quando per vari motivi, viene soppressa una corsa della 73 barrata  non è possibile  chiedere via radio, ad una delle frequenti 73, con destinazione Aeroporto di Linate, di allungare la corsa a San Felicino/San Bovio, senza dover aspettare  un’altra corsa ?
2.    E’ possibile, data la situazione demografica della frazione di San Bovio, incrementare con qualche corsa in più, la 73 barrata, almeno nelle ore di punta, per agevolare le donne che, dopo una faticosa giornata di lavoro, sono attese  a casa dalla propria  famiglia?
3.    E’ pensabile, al fine di snellire la lunga percorrenza della 73 barrata, di istituire una navetta da  San Bovio/San Felicino/San Felice fino all’aeroporto di Linate da dove poi con le frequenti corse della 73 raggiungere qualsiasi ubicazione di Milano?
In attesa delle risposte l’Associazione residenti San Bovio invita a documentare con data, ora, numero di vettura,foto e video nuovi episodi che si verificassero per dar più forza alla protesta pinocarraro@libero.it.
Giulio Carnevale

Pino Carraro

Pino Carraro Presidente Associazione residenti San Bovio