Rapina ad un bar di San Giuliano a fucile spianato

Il commando, che ha portato via soldi e Gratta & Vinci, ha puntato l’arma contro i clienti e la titolare, che aveva il figlio in braccio

Fucile a canne mozze

Fucile a canne mozze Uno dei malviventi ha puntato l'arma contro la titolare del bar e suo figlio

Per raggiungere il loro obiettivo, cioè impossessarsi di quanto più denaro possibile, non hanno esitato ad estrarre un fucile a canne mozze, con cui hanno tenuto sotto tiro una giovane mamma con il suo figlioletto. Sono stati attimi di terrore puro quelli vissuti nel pomeriggio di mercoledì 10 settembre in un bar di via Toscana a Sesto Ulteriano, nella zona dei centri commerciali di San Giuliano. Il gruppo, composto da 3 malviventi senza scrupoli con il volto celato da una calzamaglia, ha fatto irruzione nel locale attorno alle 16:30 del pomeriggio, quando all’interno erano presenti alcuni clienti, una dipendente e la titolare, in compagnia del figlio di 3 anni. Nel volgere di una manciata di secondi uno dei membri del commando ha estratto il fucile e l’ha puntato proprio verso la titolare, che stringeva il bimbo tra le braccia, mentre uno dei complici teneva sotto controllo le altre persone presenti con una pistola. Il terzo uomo, invece, una volta avvicinatosi al bancone, si è fatto aprire la cassa e ne ha arraffato l’intero contenuto, mettendo le mani anche su tutti i Gratta & Vinci disponibili. Una volta messo insieme il loro bottino, i rapinatori si sono dileguati in tutta fretta a bordo di una vecchia auto grigia, dove pare che un complice li attendesse per la fuga. L’allarme è stato quindi lanciato ai carabinieri di San Giuliano che, con la collaborazione dei colleghi sandonatese, hanno dato il via alle indagini. Fortunatamente nessuno dei presenti ha accennato alla benché minima reazione, altrimenti le conseguenze avrebbero potuto essere molto funeste.
Redazione Web