page contents

Regione, Lucente sul censimento dei campi rom: «Ben venga la chiusura degli insediamenti irregolari»

«ll Comune di Milano ha fallito, basta andare in Stazione Centrale o nei pressi delle stazioni delle metropolitane di periferia per vedere minori che chiedono l’elemosina e ragazzini dediti ad altre attività ben poco lecite»

Franco Lucente

Franco Lucente

In seguito alla approvazione della mozione sul censimento dei campi rom e dei suoi residenti avvenuta oggi 3 luglio in consiglio regionale il Capogruppo di Fratelli d'Italia Franco Lucente ha commentato: «Chi, come le anime belle del centrosinistra, non è mai stato in un campo nomadi, pensa che siano luoghi ameni ligi alle regole. Ma non è così: per questo ho votato convintamente a favore di una mozione presentata oggi in Consiglio regionale che chiedeva il “censimento residenti e insediamenti campi rom presenti in Lombardia e chiusura dei campi irregolari. Il Comune di Milano, è stato detto in Aula dal Pd, in questi ultimi anni ha fatto molti interventi sui campi. Per capire però il fallimento di queste politiche, basta andare in Stazione Centrale o nei pressi delle stazioni delle metropolitane di periferia per vedere minori che chiedono l’elemosina e ragazzini dediti ad altre attività ben poco lecite. Allora ben venga il censimento e ben venga la chiusura degli insediamenti irregolari. Sono certo che l’assessore regionale alla Sicurezza di Fratelli d’Italia, Riccardo De Corato, possa dare un aiuto fondamentale in questo, dettando le linee guida per i sindaci, con - conclude l'ex sindaco di Tribiano - regole certe per tutti, così che i primi cittadini vengano aiutati in questo lavoro di controllo».

Lo dichiara Franco Lucente, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia