Bus incendiato, la tragica testimonianza della bidella in servizio sul pullman: «Ha incatenato le porte, buttato la benzina e gridava voi morite»

Mercoledì 20 marzo Tiziana Magarini è stata l’ultima persona a rimanere sul mezzo, nell’istante che Oyssenou Sy dava fuoco al pullman: «un carabiniere mi ha afferrato e mi ha spinto fuori»

Tiziana Magarini

Tiziana Magarini La bidella in servizio sul pullman dato alle fiamme il 20 marzo 2019

Tiziana Magarini, 54 anni, bidella della scuola Vailati ha raccontato a Il Giornale: «Mi sono seduta al primo posto, al fianco dell’autista, e all’improvviso ho visto che si rigirava fra le mani un coltello. Sono rimasta interdetta, ho fissato negli occhi i due insegnanti di educazione fisica, due uomini. Non capivamo». Il piano, architettato con lucida follia, viene rivelato di colpo: «Mi ha passato delle fascette. E mi ha detto: Lega i professori. Loro sono sbiancati, io ero sempre più disorientata ma mi facevo coraggio: Sarà uno scherzo. Lui si è alzato e ha sistemato dei lucchetti e delle catene per bloccare le porte. Poi mi ha urlato: Falli tacere, falli stare zitti. Sempre in piedi, ha scandito alcune parole: Adesso facciamo un viaggetto. Ha fatto balenare un accendigas e ha estratto per un attimo dalla tasca una pistola». Una bambina testimonierà poi: «Tiziana è venuta verso di noi a ritirare i cellulari, era pallidissima e in quell’attimo abbiamo avuto paura, quasi ci implorava: Questo è matto, cerchiamo di non farlo uscire di testa». Il senegalese ha poi passato a Tiziana «una tanica di benzina e mi ha urlato di buttarla sul pavimento. Nel caos ho cercato di spargerla giù dalle fessure, verso le porte, cosi da limitare i danni». Il pullman parte, due insegnanti sono legati a un palo di sostegno, la maggior parte dei ragazzi immobilizzati, ma un ragazzino a cui non ha preso il cellulare riesce a chiamare la polizia.
«Accelerava e frenava di botto – prosegue la signora Tiziana – abbiamo rischiato più di una volta l’incidente, ma cercava di non andare troppo veloce per insospettire gli altri conducenti. E continuava a dire: Andiamo a Linate, Linate. E ancora: Voi morite, voi morite, io devo vendicare i bambini morti nel mare». A un certo punto l’immigrato si è fermato di nuovo e le ha passato un’altra tanica: «Benzina, benzina dappertutto. E poi da un borsone ha tirato fuori coperte e stracci, li ha imbevuti e li ha appesi ai vetri, oscurando la parte anteriore del mezzo». Finalmente, vengono raggiunti dai mezzi delle forze dell’ordine: «Urlavamo che non sparassero perché avevamo paura di saltare in aria». I ragazzi vengono fatti uscire dai vetri, l’ultima a rimanere sul mezzo, proprio Tiziana: «Ero con lui, mi sono sentita perduta. Ma un attimo prima che desse fuoco a tutto un carabiniere mi ha afferrato e mi ha spinto fuori».
Iscriviti alla Newsletter settimanale di 7giorni, riceverai  le ultime notizie e il link dell'edizione cartacea in distribuzione direttamente nella tua casella di posta elettronica. Potrai così scaricare gratuitamente il file in formato PDF consultabile su ogni dispositivo

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017