Milano, sequestrata villa al pusher di Rogoredo, De Corato: «Subito postazione di polizia o militari al boschetto della droga». Ascolta il Podcast

De Corato: «Salta all’occhio, chiaramente, il numero dei nordafricani pluripregiudicati e irregolari che, quotidianamente, mettono a segno atti criminosi a Milano: dal 1° maggio ad oggi, in 12 giorni, ne sono stati arrestati 38, per una media di 3 al giorno»

«Sequestro dei beni immobili, per un valore di 590mila euro»

Milano, 12 maggio 2022 – «Qualche ora fa è stata resa nota la notizia del sequestro di una villa da mezzo milione di euro a un nordafricano, residente nel Lodigiano, accusato di essere uno dei pusher di riferimento che gestiva lo spaccio di sostanze stupefacenti nel boschetto di Rogoredo, alle porte di Milano. Le indagini, coordinate dalla Procura del capoluogo lombardo e condotte dalle fiamme gialle lodigiane, hanno permesso di mettere il luce la pericolosità sociale dell’indagato, che vanta un ampio curriculum criminale. È il secondo nel giro di un mese: nei confronti di un’altra persona, che apparterrebbe allo stesso gruppo criminale, era già stato eseguito un sequestro di un appartamento e di un garage a sud-est di Milano. Alla luce dei fatti, è chiaro che l’area verde di Rogoredo continui a essere un ricettacolo di malviventi, nonché il teatro di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Estirpare il fenomeno criminoso non è semplice, ma collocare nel boschetto della droga un presidio fisso, di Carabinieri, Polizia o Militari, sarebbe una buona soluzione per facilitare il controllo dell’area» commenta l’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo de Corato, in merito al sequestro dei beni immobili, per un valore di 590mila euro, a un pusher di nazionalità nordafricana operante nel boschetto della droga di Rogoredo.

«E solo due settimane fa - continua l’assessore - il 29 aprile, nel boschetto della droga gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino marocchino di 26 anni per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, che nascondeva, in una buca nel terreno, 31 involucri in cellophane contenenti eroina. Salta all’occhio, chiaramente, il numero dei nordafricani pluripregiudicati e irregolari che, quotidianamente, mettono a segno atti criminosi a Milano: dal 1° maggio ad oggi, in 12 giorni, ne sono stati arrestati 38, per una media di 3 al giorno, la maggior parte dei quali sono irregolari e pluripregiudicati! E i dati, diffusi lo scorso 30 aprile dal Ministero della Giustizia in relazione al numero di detenuti stranieri nelle carceri lombarde lo confermano: gli africani affollano, in stragrande maggioranza, le prigioni della Regione. In testa, sono i detenuti marocchini (1047), seguono, al quarto posto, i tunisini (280), al quinto gli egiziani (194), al settimo gli algerini (108), all’ottavo i nigeriani (97), al nono i gambiani (92) e al decimo i senegalesi (83). Insomma, questi soggetti, nonostante non abbiano alcun permesso di soggiorno, continuano a delinquere nel nostro paese, sicuri che le probabilità di tornare in patria sono ridotte al lumicino».

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017