Milano Summer School: il Coronavirus non fermerà i centri estivi

41 scuole primarie organizzeranno laboratori, giochi e attività per i bambini fino ad agosto, nel rispetto delle norme di sicurezza.

L’emergenza Coronavirus ha costretto le scuole a chiudere e a proseguire le lezioni in modalità online fino alla fine dell’anno scolastico. Per quasi quattro mesi, molte famiglie hanno dovuto destreggiarsi tra il lavoro da casa e la didattica digitale dei figli, che si è rivelata un metodo per tenerli occupati almeno per qualche ora. Adesso che le scuole sono finite, chi si occuperà d’intrattenere i bambini mentre i loro genitori lavorano? Fortunatamente, il Comune di Milano ha rinnovato anche quest’anno il progetto “Milano Summer School”, a cui aderiscono 41 scuole primarie distribuite in tutti i nove municipi. I centri estivi sono un’occasione per i bambini di divertirsi con i loro coetanei attraverso laboratori, giochi e tante attività organizzate dalle scuole. Quest’anno i centri saranno aperti in tre periodi: dal 29 giugno al 10 luglio, dal 13 al 24 luglio e dal 27 luglio al 7 agosto. Le attività si svolgeranno dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 16:30, e sono aperte a tutti i bambini che hanno frequentato scuole primarie di Milano o dell’hinterland nell’anno scolastico 2019\2020. Naturalmente i centri estivi dovranno rispettare specifiche norme di sicurezza per evitare la trasmissione del Coronavirus: gli ambienti saranno sanificati regolarmente e si dovrà mantenere la distanza di due metri tra un banco e l’altro. Inoltre all’ingresso di ogni sede ci sarà un totem con gel disinfettante e verrà rilevata la temperatura corporea. Il primo giorno verranno distribuite due mascherine lavabili a ogni operatore e a ogni bambino, successivamente a ogni animatore sarà assegnato un gruppo di sette bambini, che rimarrà invariato durante tutto il periodo d’iscrizione. Per evitare assembramenti, i gruppi entreranno e usciranno a scaglioni, con un intervallo di dieci minuti tra un gruppo e l’altro. Sembra dunque che ci siano tutte le condizioni per far divertire i bambini in sicurezza. Quest’anno il tema conduttore intorno al quale vertono le attività organizzate dai centri estivi è il viaggio nel tempo: due personaggi, uno proveniente dal passato e l’altro dal futuro, sono atterrati in un posto segreto sulla Terra grazie alla loro macchina del tempo e potranno rimanere sul nostro pianeta per un mese. I bambini avranno l’occasione di ricostruire oggetti di epoche passate e future durante laboratori creativi, ricreare rievocazioni storiche e scrivere per il “Giornalino del futuro”: i piccoli giornalisti intervisteranno con la fantasia personaggi del passato o del futuro su tematiche di attualità, ipotizzando come esse verrebbero affrontate in epoche diverse. E ancora, nei laboratori si svolgeranno attività come “Giochi di una volta”, “Danze popolari e musiche del passato” e “Il grande gioco del tempo”. Non mancheranno sport e giochi all’aperto, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza. Inoltre, vista l’interruzione forzata delle attività didattiche, è previsto uno spazio compiti per aiutare i bambini a gestire lo studio e a recuperare un clima di scambio e collaborazione con i coetanei. Si prospetta quindi un graduale ritorno alla normalità e alla socializzazione: il Coronavirus ha fatto chiudere le scuole, ma non ha fermato la voglia di giocare dei bambini, euforici per l’arrivo di un’estate un po’ diversa dalle altre.

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017