Segrate, "Ape d'Oro", domenica 8 settembre la cerimonia di consegna della benemerenza civica

Micheli: «L'edizione di quest'annvede riconosciuti gli eroi di tutti i giorni, uomini e donne straordinari al servizio della comunità, nel sociale, nel volontariato, per la sicurezza e la tutela della cittadinanza».

Alcuni dei premiati dell'edizione 2019

Alcuni dei premiati dell'edizione 2019 In alto a destra i volontari di Aquas; in baso a sinistra lo scomparso Dario Vailati; in basso a destra i carabinieri della Stazione di Segrate

Domenica 8 settembre alle 17.45 al Centro Verdi di via XXV Aprile, si terrà la cerimonia di consegna della benemerenza civica "Ape d'Oro", con cui dal 2000 il Comune premia l'impegno, la passione, i meriti dei cittadini in ogni ambito del quotidiano. «L'edizione di quest'anno - commenta il sindaco Paolo Micheli -  vede riconosciuti gli eroi di tutti i giorni, uomini e donne straordinari al servizio della comunità, nel sociale, nel volontariato, per la sicurezza e la tutela della cittadinanza, oltre ogni etnia, differenza, confine. E anche il sacrificio e la dedizione nel lavoro portati avanti di generazione in generazione».
L'evento rientra nell’ampio programma della Festa Cittadina "Noi Segrate". Numerose le candidature pervenute anche quest'anno all'attenzione del sindaco che le ha vagliate insieme ai membri della Commissione Ape d’Oro.

Della "giuria", presieduta dal primo cittadino, fanno parte:
•Enza Orlando, Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale D come Donna
•Ghighi Parodi, giornalista di San Felice
• Franco Curcio, presidente delle Acli di Segrate
• Pier Luigi Sarzi Sartori, presidente dell’associazione ASD Alba Segrate
• Laura Orsenigo, giornalista di Milano 2
• Emanuela Ronzone, cittadina del quartiere di Novegro

Questi i premiati:

AQUAS - Associazione per la Qualità Sociale

Profilo
È dalla prematura scomparsa di Giovanni Marra, Presidente del Consiglio Comunale di Milano mancato nel 2004 all’età di 43 anni, definito “simbolo di umanità e impegno civico” proprio come il titolo del libro a lui dedicato dal Centro Studi Grande Milano,  che nasce AQUAS – Associazione per la Qualità Sociale. Tra i suoi principali scopi, c’è quello di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della cardio protezione, un problema che colpisce ogni anno circa 70mila persone, e sull’importanza di una sempre maggiore diffusione di defibrillatori sul territorio. Proprio per questo, AQUAS ha donato, nel corso degli anni, defibrillatori a istituzioni, musei, associazioni di Milano e del territorio, e, non da ultimo, lo scorso 16 giugno al Comune di Segrate presso la locale Stazione dei Carabinieri.
Fondamentale per AQUAS, il cui Presidente Angelo Marra è un appassionato promotore di solidarietà sociale, è il “Gioco di squadra” che ha portato, nel tempo,  l’Associazione a stringere collaborazioni con importanti realtà sociali su tematiche quali l’abbattimento delle barriere architettoniche con Onlus PEBA e sul tema della prevenzione e della donazione degli organi con AIDO Milano.
Tra le numerose iniziative organizzate da AQUAS, realizzate grazie alla collaborazione con il Comune di Milano, Associazioni, Forze dell’ordine, e anche con il Comune di Segrate, dove ha sede l’Associazione, particolare rilevanza riveste il “Trofeo Interforze – Memorial Giovanni Marra” che ha il duplice obiettivo di riconoscere l’impegno di chi ogni giorno è al servizio della comunità e del cittadino e di creare un’occasione di svago e aggregazione attraverso la sana pratica dello sport che sostenga la solidarietà. AQUAS, inoltre, ha da qualche anno istituito il riconoscimento “Simbolo di Umanità e impegno civico” riservato a chi si evidenzi per l’attenzione per il prossimo.


Motivazione

Per il grande impegno di sensibilizzazione ai grandi temi legati alla salvaguardia della salute e all’attenzione verso il prossimo.
Per la puntale attenzione nell’adoperarsi a riconoscere chi, ogni giorno, è a servizio della comunità e del cittadino.
Per l’appassionata promozione sociale di cui è capace il suo Presidente, Angelo Marra.

DARIO VAILATI - Ape d'Oro alla Memoria

Profilo
Testimone e partecipe attivo della storia di Segrate e delle sue vicende, Dario Vailati è stato socio del circolo ACLI ricoprendo la carica di presidente e vicepresidente per oltre vent’anni. Ha diretto il circolo con discrezione e con una passione silenziosa, portando avanti le attività del circolo, dall’assistenza fiscale al patronato pensionistico, dalle iniziative sociali a quelle ludiche, supportando sovente le iniziative del territorio della Martesana e della città.Buono, paziente, di profondi valori civici e religiosi, sempre disponibile a dare una mano a tutti con particolare attenzione ai più piccoli, ai più soli e a gli ultimi. Con poche parole, senza molti fronzoli, Dario, nella sua vocazione verso gli altri si rimboccava le maniche, e per questo è stato più “operaio “ che  “presidente”. Dario, nella sua vita, è stato laborioso per il bene della sua città con uno stile unico: di grande umiltà. Un esempio meritevole del tributo che la comunità segratese oggi gli riconosce e che ne fa un eroe di semplicità.

Motivazione
Per aver dedicato con affetto e pazienza gran parte della sua vita ai più bisognosi alleggerendone con professionalità, discrezione e bontà le difficoltà quotidiane
Per essere stato, nel tempo, un importante punto di riferimento per tutta la comunità segratese
Per aver dato un costante e prezioso impegno nel volontariato facendosi sostenitore di iniziative della città e del territorio


CARABINIERI DELLA STAZIONE DI SEGRATE

Profilo
Lavorano con professionalità e orgoglio ogni giorno e ogni notte con costante impegno, sempre pronti alle emergenze e al servizio dei cittadini. Sono i carabinieri della locale stazione di Segrate che con encomiabile dedizione al servizio della collettività contribuiscono in maniera determinante alla sicurezza dei cittadini. Attraverso la prevenzione e la repressione dei reati, il dialogo e la partecipazione attiva alla vita dei quartieri, la locale stazione dei carabinieri rappresenta un punto di riferimento, un luogo di ascolto e accoglienza, presidio di legalità e rassicurazione sociale a tutela dei segratesi e delle fasce più deboli. Ampie e ripetute sono le prove di efficienza di questi uomini. Come quella di cui sono stati capaci alcuni di loro, veri e propri eroi, quando lo scorso 20 marzo hanno salvato 51 bambini che viaggiavano sull’autobus incendiato lungo la Paullese. Il loro gesto ha condotto a una fine positiva una vicenda di follia omicida che ha tenuto l’Italia e il mondo con il fiato sospeso.

Motivazione
Per l’encomiabile dedizione al servizio della collettività con la quale contribuiscono in maniera determinante alla sicurezza dei cittadini
Per essere presidio di legalità e rassicurazione sociale per il nostro territorio
Per il gesto di eccezionale coraggio e efficacia compiuto lo scorso 20 marzo.

LUISA PICCOLI FERRARI

Profilo
Nata a Padova e residente a San Felice dal 1970, Luisa Piccoli Ferrari da circa trent’anni presta la sua preziosa opera di volontariato presso la Caritas della Parrocchia Santi Carlo e Anna di San Felice. Sollecita, incoraggia, e sostiene le famiglie in difficoltà, dà aiuto agli immigrati in cerca di un lavoro a chi sta imparando l'italiano, a chi ha bisogno di abiti, di un pasto, a chi sta ai margini e chiede un aiuto, una possibilità. Luisa Piccoli Ferrari è una di quelle anime infaticabili che ha a cuore la dignità dell’essere umano, oltre ogni etnia, differenza, confine. Persona speciale per tutti coloro che la conoscono, punto di riferimento a San Felice, ha sempre collaborato con spirito costruttivo con altri volontari, associazioni e istituzioni grazie al suo atteggiamento aperto e disponibile.

Motivazione
Per l’attività di volontariato svolta con umanità, sensibilità e attenzione alle necessità del prossimo
Per l’impegno esemplare dedicato all’aiuto di chi è più bisognoso
Per la grande generosità, di cuore e di tempo, con la quale rappresenta un sicuro punto di riferimento della Caritas parrocchiale di San Felice


PANIFICIO PASTICCERIA CASSONI

Profilo
Ogni notte sforna un pane da sogno. Il segreto sta nella bontà a tutti gli effetti del suo lavoro che nasce dal sacrificio e di cui l’arte, la passione e la fantasia sono gli ingredienti fondamentali. E' il Panificio Pasticceria Cassoni nel quartiere di Novegro dal 1973. Oggi Zaverio, Consuelo e Sonia continuano a portare avanti la tradizione, un’arte tramandata di padre in figli, con onestà, zelo, e una passione che non si spegne mai. Per Novegro, quartiere di frontiera avviato a un percorso di riqualificazione, il Panificio Pasticceria Cassoni rappresenta anche un presidio di memoria, di sostegno a tutte le iniziative di quartiere e di protervia nella difesa del proprio lavoro, nell’offerta di un’alta qualità dei propri prodotti e nell’essere motivo di orgoglio per l’intera Segrate.

Motivazione
Per il grande lavoro di continuità familiare che ha permesso di tramandare intatte conoscenze preziose e abilità
Per aver dimostrato che un ottimo lavoro artigianale possiede gli ingredienti della passione, del sacrificio e della qualità
Per essere presidio di memoria, di costante sostegno per il quartiere di Novegro e per i suoi abitanti, motivo di orgoglio per l’intera Segrate

LUISA PICCOLI FERRARI

LUISA PICCOLI FERRARI

PANIFICIO PASTICCERIA CASSONI

PANIFICIO PASTICCERIA CASSONI

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017