Pantigliate, nebbia fitta nell’area del sovrappasso sulla Paullese, i lavori di CMM annunciati dal sindaco Abate, non sono mai cominciati

Per Città Metropolitana di Milano i ritardi dei lavori, che sarebbero dovuti terminare entro la fine dell'anno, sono da attribuire alla difficoltà delle aziende appaltatrici a reperire le materie prime. Fumata nera anche per la discarica alla Cassinazza.

L'area del sovrappasso sulla Paullese

L'area del sovrappasso sulla Paullese

Segnaletica orizzontale e verticale precaria e pericolosa

Segnaletica orizzontale e verticale precaria e pericolosa Passaggio Pedonale via Alcide De Gasperi

«C’è massima collaborazione con il Comune di Pantigliate ma a causa di forza maggiore abbiamo dovuto procrastinare le esecuzioni dei lavori programmati», questa in sostanza la risposta di Città Metropolitana in risposta alla richiesta inoltrata da 7giorni per avere un aggiornamento sui lavori di riqualificazione che avrebbero dovuto terminare il 31 dicembre 2021 nell’area del sovrappasso ciclo pedonale sulla Paullese. L’Accordo di collaborazione Fra Città metropolitana di Milano e il Comune di Pantigliate in merito, ratificato in Consiglio comunale il giorno  9 settembre 2021, e annunciato dal sindaco Franco Abate in una lunga intervista su 7giorni del 20 ottobre 2021, esplicitava gli impegni presi reciprocamente dai due Enti.
L’accordo prevede la realizzazione dei seguenti lavori entro il 31 dicembre 2021 (Lotto 1): ripristino degli impianti elettrici e degli impianti di pubblica illuminazione del sovrappasso e della pista ciclopedonale; installazione di videosorveglianza da connettere all’impianto comunale esistente presso l’area del sovrappasso; la sistemazione e la piantumazione di nuove essenze nella duna antirumore posta in fregio alla S.P. ex S.S.Paullese 415 a fianco della pista ciclopedonale, e il ripristino del’impianto di irrigazione da ambedue i lati della pista; la sostituzione di quello che rimane della pensilina della fermata del bus sul lato di via De Gasperi; la manutenzione e il ripristino dei manufatti stradali insediati dal lato del “Paullese Center”; il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale; il ripristino dei dissuasori a protezione del marciapiede fino all’intersezione con la strada consortile Via Vecchia Paullese”.

Gli impegni presi però sono stati disattesi, Città Metropolitana si è affrettata a spiegare che non esistono contrasti con l’Amministrazione comunale ma è tutto dovuto a difficoltà legate all’approvvigionamento delle materie prime da parte degli appaltatori dell’Ente.
Inoltre gli incaricati alla realizzazione dello Studio di fattibilità che dovrebbe definire la realizzazione o meno delle rampe del sovrappasso, come  riportato nell’Accordo, non hanno ancora depositato le risultanze. Nessuno però è in grado di stabilire al momento un nuovo crono programma, anche il sindaco Franco Abate, interrogato da 7giorni sull’argomento, non ha saputo dare date certe.
Fumata nera anche sulla auspicata Ordinanza di sgombero dei rifiuti della ex cascina Cassinazza pre-annuciata da Franco Abate. A quanto pare alle sollecitazioni dell’Amministrazione comunale, il curatore fallimentare dell’area, secondo quanto riferito da Villa Mora, avrebbe risposto di non aver soldi per smaltire i rifiuti presenti sull’area.
Così, il degrado e l’abbandono di rifiuti pericolosi, continueranno, sperando che nel frattempo non capiti l’irreparabile, visto la pericolosità e l’insicurezza della viabilità locale.
Giulio Carnevale

San Valentino, scopri l'oroscopo dell'amore

Leggi l'oroscopo di San Valentino e scopri cosa hanno prenotato i tuoi astrologi..
14 febbraio 2018
Ornella Muti (9 marzo 1955) - Attrice italiana

Pesci, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017
Valentino Rossi (16 febbraio 1979) - Motociclista italiano

Acquario, l'oroscopo 2018

Girolamo l'astrologo specialista di 7giorni svela i suggerimenti delle stelle per il nuovo..
27 dicembre 2017