Peschiera, mensa scolastica, M5S: «I nutrizionisti facciano il loro lavoro, non dimenticandosi di soddisfare anche l'appetibilità di un pasto»

Il Gruppo del Movimento cinque Stelle locale prende posizione sulle polemiche di questi giorni

Davide Toselli

Davide Toselli Consigliere comunale di Peschiera Borromeo

Come si legge su un comunicato stampa del 15 ottobre, pubblicato dalla testata Rec Sando, anche il gruppo locale del M5S prende posizione in merito alle recenti polemiche dovute all’introduzione di un menù che ha diviso i genitori fra favorevoli e contrari: «Prepotente è entrata in questi giorni – recita il comunicato - la discussione sulla mensa scolastica.  Di fronte ad un menù poco appetibile, soprattutto in una scuola, ha trovato corpo la rivolta di Alcuni e di Altri.  Gli Alcuni accusano il menù di essere troppo “nutrizionista” e privo di salumi, pizza, pasta, carni, ed in particolare di carne di Maiale. Gli Altri hanno gridato all'assalto ed all'occupazione gastro culinaria di non ben identificati terroristi Islamici. Secondo noi, con un poco di buon senso si sarebbero modificati i menu migliorandone l'appetibilità e non solo la SOSTENIBILITA' ECONOMICA.  L'introduzione di piatti legati alle abitudini locali potrebbe essere un primo approccio.  Inoltre, trasformare una piccola diatriba locale in “notizia” nazionale da atto della pessima politica che a volte esprime Peschiera. Si rimettano tutti i mattoni al loro posto, la nostra è ancora la scuola di uno stato Italiano, Ateo e sito in Lombardia. Il Cous Cous è gradito sulle nostre tavole, come lo sono la pasta , la polenta, la carne di Maiale e la pizza.  I nutrizionisti facciano il loro lavoro, non dimenticandosi di soddisfare anche l'appetibilità di un pasto che, seppur non in modo eccessivo, viene pagato dalle famiglie».