page contents

Sudorazione eccessiva e iperidrosi: cos’è e come trattarla

Una vera e propria patologia che si manifesta quando l’espulsione di sudore supera di molto le soglie comuni

Si tratta di un problema molto comune: sudare eccessivamente può essere fastidioso e anche molto imbarazzante. Ma quali sono i motivi di questa sudorazione esagerata? Il sudore è un liquido composto da acqua, urea e altri elementi come il sodio e il potassio. La sua espulsione avviene attraverso le cosiddette ghiandole sudoripare. Qual è lo scopo della sudorazione? Regolare la temperatura del corpo e procedere all’eliminazione delle tossine: dunque si tratta di una condizione non solo normale, ma necessaria. Esistono però delle persone che soffrono di un’eccessiva sudorazione: una situazione nota come iperidrosi. Fattori come l’obesità, lo stress, gli stati ansiogeni e le alterazioni ormonali possono produrre questo effetto.

 

Come si manifesta l’iperidrosi?

 

L’iperidrosi è una vera e propria patologia che si manifesta quando l’espulsione di sudore supera di molto le soglie comuni. Nello specifico, si parla di iperidrosi quando questi livelli di sovrapproduzione cominciano ad interferire con la quotidianità di chi ne soffre: non esiste, difatti, una scala di valori indicante il problema della sudorazione eccessiva. Di contro è facile fornire un elenco delle conseguenze di questa situazione: le mani tendono a bagnarsi continuamente e la minima attività fisica può causare un aumento improvviso della sudorazione. Inoltre l’abbondanza di sudore causa difficoltà nell’utilizzo di attrezzi, e può causare gravi problemi in contesti formali. Le conseguenze psicologiche sono naturalmente legate al crescente imbarazzo: chi soffre di eccessiva sudorazione, non a caso, tende a isolarsi dagli altri per nascondere questa condizione.

 

Quali sono i possibili rimedi contro l’iperidrosi?

 

Si tratta di una patologia complessa da trattare. Intanto chi soffre di questo problema dovrebbe adottare delle abitudini più sane: l’alimentazione ad esempio, per perdere peso, ma anche il miglioramento delle proprie condizioni psicologiche. Si potrebbe, poi, intervenire sulla propria autostima affidandosi anche al parere di un esperto. Un discorso importante riguarda anche la scelta del deodorante. Si può optare per prodotti antitraspiranti, contenenti l’alluminio che interviene per bloccare la produzione di sudore, sia prodotti più delicati ma comunque molto efficaci come ad esempio i deodoranti senza sali di alluminio e parabeni di noti marchi come Nivea, che consentono la naturale traspirazione della pelle. Altre soluzioni sono i tamponi per le ascelle e l’utilizzo di scarpe traspiranti, insieme ad un stile alimentare povero di cibi piccanti e spezie.

 

Abbigliamento estivo anti-sudore

 

Chi tende a soffrire di iperidrosi dovrebbe curare con attenzione il proprio abbigliamento, soprattutto in estate. La regola è la seguente: indossare sempre abiti composti da materiali e fibre traspiranti, come ad esempio il cotone e il lino. Questi ultimi permettono una corretta traspirazione della cute, evitando che il sudore possa rimanere intrappolato sulla pelle. Anche i tessuti a base di fibre di bambù sono ottimi da questo punto di vista: oltre ad essere particolarmente traspiranti sono anche molto morbidi. Una soluzione ideale per chi tende a soffrire di irritazioni cutanee dovute allo sfregamento. Infine, vanno evitati tessuti come il poliestere e il rayon poiché non lasciano la pelle libera di respirare.