I consigli del pediatra: «Il mare fa bene ai bambini. Una grande verità, pur con le giuste precauzioni»

In spiaggia di mattina presto, usare sempre la protezione ripetendo l’applicazione più volte al giorno, indossare un cappellino e attenzione alla temperatura dell’acqua

L’attività scolastica dei bambini si è conclusa e finalmente, si può partire per il mare. E sì, perché, come secondo il mantra dei nonni e dei genitori, “il mare fa bene ai bambini”. Anche se i benefici dell’ambiente marino non sono di certo esclusiva dei piccoli. In effetti, è una grande verità, pur con le giuste precauzioni. Parlando con il dottor Paolo Maccheroni della Sandonato Medica, pediatra che, negli anni, è diventato il punto di riferimento di tutte le mamme della zona, sono emersi alcuni elementi importanti da tenere in considerazione per la gestione dei bambini, più o meno piccoli, durante le vacanze estive vissute nelle località balneari. «Il sole fa male e non bisogna esagerare con i bambini – afferma il dott. Maccheroni -. Anche i giovani sbagliano: vivono notti brave, dormono fino oltre mezzogiorno e quando i raggi del sole diventano più aggressivi e pericolosi, si espongono, spalmandosi la pelle di prodotti privi di protezione, come ad esempio quelli alla birra». È un grave errore esporsi al sole senza uno schermo protettivo, come adottare certe abitudini malsane. «In spiaggia si deve andare di mattina presto, dopo aver cosparso la pelle del bambino di crema, meglio se con schermo totale, ripetendo l’applicazione più volte durante il giorno, specialmente dopo il bagnetto. Per chi è in terapia con creme cortisoniche, dopo punture d’insetto o qualsiasi altro problema dermatologico, bisogna fare attenzione a coprire l’area interessata perché il sole non è compatibile con il cortisone». Occorre fare attenzione anche alla temperatura dell’acqua, perché quello che si chiama bagnetto, potrebbe essere fastidioso per il bambino, soprattutto se piccino. «A giugno, quando l’acqua è ancora fredda, occorre stare attenti: consiglio di acquistare un canottino e riempirlo di acqua che pian piano, con il trascorrere delle ore, si scalda grazie al sole. Lì dentro il bambino può bagnarsi e godere anche dei benefici dell’acqua di mare senza traumi per via della bassa temperatura». Sì, perché l’acqua salata fa davvero bene a tutti. «L’acqua di mare fa bene a tutti, anche agli atopici. E facciamo attenzione a coprire la testa dei bambini con un cappellino; va bene anche senza visiera, purché la testina sia protetta». Le spiagge si prestano per lunghe camminate. «È molto indicato portare i bambini a camminare sulla spiaggia, ovviamente nelle prime ore del mattino quando la sabbia non scotta e quando il sole è meno dannoso. È fondamentale, in generale, che i genitori si adattino alle esigenze dei figli e non viceversa». Il dott. Paolo Maccheroni è a disposizione presso il Centro medico di via Bruxelles per effettuare visite mediche specialistiche per patologie e controlli della crescita, oltre che per la somministrazione di vaccinazioni.  Per prenotazioni mandare una mail a info@sandonatomedica.it o telefonare allo 02/55602161.